Teramo, confermato il caso di Covid al nido Pinocchio. Si attende di sapere se sia variante inglese

ekuonews.it SALUTE

– Il tampone molecolare ha confermato l’esito dei due test rapidi effettuati ieri sul bimbo frequentante l’asilo Nido Pinocchio della Gammarana, risultato positivo al Covid.

Si resta in attesa, però, di conoscere dalla Asl (la risposta dovrebbe giungere nel pomeriggio di oggi) se il caso di Covid sia dovuto alla variante inglese.

In questo caso l’iter del protocollo da seguire prevederebbe la chiusura dell’intera struttura

Lo rende noto l’Assessore all’Istruzione Andrea Core, informando che oggi la struttura sarà sanificata e domani potrebbe riaprire, limitando la chiusura a due bolle, ovvero la sezione frequentata dal bambino, secondo quanto previsto dal protocollo. (ekuonews.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Nasce un CTS locale. TERAMO – Sono aumentati di due unità i pazienti positivi dei reparti di Medicina e Cardiologia dell’ospedale Mazzini: erano 30, adesso sono 24 in Medicina e 8 in Cardiologia. Ce n’è uno anche in Ortopedia ma era stato trasferito da Cardiologia. (emmelle.it)

– Primo caso di Covid in un asilo nido comunale a Teramo. E’ nel nido Pinocchio intitolato ad Anna Ferrante, situato nel quartiere Gammarana: l’Assessore all’istruzione Andrea Core ha dato la notizia, non fornendo indicazioni sulla chiusura o meno del plesso. (ekuonews.it)

Circa 3000 finora gli iscritti (tra piattaforme e farmacie): se ne faranno 600 al giorno per 5 giorni. Qualche intoppo legato alle fila questa mattina che nel corso della giornata è stato superato, come conferma l’Assessore alla protezione civile Giovanni Cavallari. (ekuonews.it)

Roma, 24 feb. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l’informativa al Senato sull’emergenza Coronavirus (LaPresse)

Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l’informativa al Senato sull’emergenza Coronavirus Ho sempre sollecitato ed auspicato una vera e propria coesione nazionale nella gestione dell’emergenza”. (LaPresse)

Alla luce di questa situazione l’Unità di crisi ha disposto ulteriori misure di sicurezza, da attuare in tutti e quattro gli ospedali. Tutti i ricoverati verranno sottoposti a tampone molecolare (tradizionale nel caso del Mazzini, rapido molecolare nel caso degli altri tre ospedali) ogni tre giorni, in modo da individuare tempestivamente eventuali altri positivi. (ekuonews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr