Bonus auto, al via il rifinanziamento: ma cambiano le cifre. I dettagli

Vesuvius.it ECONOMIA

E ancora: 0-20 g/km CO2 senza rottamazione: 4.000 euro; 0-20 g/km CO2 con rottamazione: 6.000 euro.

Per quanto riguarda invece le auto nuove con emissioni 61-135 g/km con rottamazione è prevista una riduzione pari a 1.500 euro statali più 2.000 euro del concessionario

Tuttavia questa volta le cifre dell’incentivo sono scese e il sostegno potrebbe esaurirsi velocemente.

Inoltre ha anche ridotto la cifra massima scesa ora a 6 mila euro per l’acquisto di auto a basse emissioni. (Vesuvius.it)

La notizia riportata su altri giornali

Investimenti governativi a favore delle ricariche per le auto elettriche. I recenti fondi governativi che sono stati stanziati grazie all’approvazione del PNRR, sono volti ad un rapido alla mobilità elettrica. (MenteFinanziaria.it)

Auto e colonnine elettriche, è boom di incentivi Terminati in 3 giorni i nuovi stanziamenti, ma ne arriveranno altri. 745 Letture Cronaca. Rifinanziati a settembre ma subito polverizzati gli incentivi per le auto auto elettriche e ibride plug-in, delle fasce di CO2 0-20 g/km e 21-60 g/km. (Senigallia Notizie)

C’è un interesse notevole verso questo tipo di auto, evidentemente, ben più ampio rispetto a quanto previsto dal governo. Ora infatti la scelta di auto elettrificate è più ampia rispetto al passato, e cominciano a vedersi dei prezzi meno proibitivi (FormulaPassion.it)

Si tratta di una fake news: questo sconto era valido, con rottamazione di un usato over 10 anni, qualche settimana fa. Così, occorre fare molta attenzione alla bufala bonus di 10.000 euro a chi compra un’elettrica o una ricaricabile. (ClubAlfa.it)

Quest’alternativa è decisamente praticabile: la Lombardia è infatti la regione con più punti di ricarica in Italia. Sul territorio comunale sono diverse le società che hanno installato le proprie colonnine: A2A, ad esempio, offre 20 punti di ricarica Quick Charge e 13 punti Fast Charge (fino a 50kW). (Autosprint.it)

Decisione che comunque continua a essere condizionata ancora molto dal fattore economico: secondo l’88% degli intervistati, infatti, il costo di un veicolo a batterie è ancora troppo elevato rispetto a quello di un’auto con motorizzazioni tradizionali, valutazione che su tutte le altre ne scoraggia l’acquisto (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr