«Perché il Sud non è una causa persa»

Corriere della Calabria Corriere della Calabria (Interno)

Ma la prima causa della fuga, o della fatica di quelli che restano, è l’incertezza e la sfiducia sulle prospettive di futuro del Sud, da qui a dieci, vent’anni.

«Perché il Sud non è una causa persa» di Giuseppe Provenzano* Condividi su.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.