Covid. CureVac ritira il suo candidato vaccino e si concentrerà insieme a Gsk sugli mRna di seconda generazione

Covid. CureVac ritira il suo candidato vaccino e si concentrerà insieme a Gsk sugli mRna di seconda generazione
Quotidiano Sanità ECONOMIA

12 OTT - CureVac ritira il suo candidato al vaccino contro il Covid di prima generazione e si concentrerà sulla collaborazione con Gsk per sviluppare invece la tecnologia del vaccino mRna di seconda generazione.

La potenziale approvazione di questo vaccino sarebbe arrivata nel secondo trimestre del 2022, quando si prevede che i candidati del programma di vaccini di seconda generazione sarebbero passati allo sviluppo clinico in fase avanzata. (Quotidiano Sanità)

La notizia riportata su altri media

A pesare sul titolo contribuisce la decisione del gruppo biotech di ritirare il suo candidato vaccino contro il Covid-19 di prima generazione per puntare su quello di seconda generazione. Per la prossima seduta potremmo assistere ad un nuovo spunto ribassista con target stimato verosimilmente a 35,88 (ilmessaggero.it)

Come diretta conseguenza di questa scelta, CureVac informa anche che “cesserà l’attuale accordo di acquisto anticipato con la Commissione europea” e si prepara ad affrontare le esigenze della fase acuta della pandemia L’azienda tedesca si concentrerà sullo sviluppo dei candidati vaccini a mRna di seconda generazione ai quali sta lavorando in collaborazione con la britannica GlaxoSmithKline. (L'HuffPost)

12 OTT - CureVac ritira il suo candidato al vaccino contro il Covid di prima generazione e si concentrerà sulla collaborazione con Gsk per sviluppare invece la tecnologia del vaccino mRna di seconda generazione. (Quotidiano Sanità)

CureVac ritira la richiesta all'Ema di autorizzazione del suo vaccino

Considerata tra le scommesse più promettenti, l'azienda tedesca aveva ottenuto un prestito da 75 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti. Il contratto prevedeva anche l'opzione di richiedere fino a 180 milioni di dosi ulteriori. (Today.it)

Moderna e J&J: "Sì a richiamo vaccino con mezza dose"/ "Più benefici che rischi" L’Ema continuerà ad accelerare la sua revisione dei dati sui candidati vaccini e sui trattamenti Covid-19 durante questa pandemia in corso. (Il Sussidiario.net)

'azienda farmaceutica CureVac ha ritirato la sua richiesta di approvazione da parte dell'Ema del suo vaccino contro il Covid. Sebbene l'Ema stesse accelerando la revisione dei dati, alcune domande sulla qualità del vaccino, che incidono sul rapporto rischio-beneficio, e il fatto che i risultati dello studio principale abbiano mostrato solo una modesta efficacia del vaccino negli adulti, rimanevano ancora da indirizzare in modo soddisfacente", spiega ancora l'agenzia. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr