Elon Musk al Saturday Night Live: «Ho la sindrome di Asperger»

Corriere della Sera ECONOMIA

O almeno, il primo ad ammetterlo».

La sindrome di Asperger è considerata una forma di autismo ad alto funzionamento, non isola quanto l’autismo e non comporta significativi ritardi nello sviluppo del linguaggio o dello sviluppo cognitivo.

Chi è affetto da questa sindrome può avere una compromissione delle interazioni sociali che può esprimersi con diversi livelli di gravità e spesso adotta comportamenti ripetitivi e stereotipati, sviluppa attività e interessi molto ristretti

Il suo intervento è stato il momento più atteso dello show e l'imprenditore americano non ha deluso i suoi fan, rivelando di essere affetto da questo disturbo dello sviluppo neurologico. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Lo aveva annunciato lo stesso Elon Musk qualche tempo dopo la conferma dell’investimento da 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin. Con buona pace di chi tutt’ora continua a chiedere a Elon Musk di inserire Bitcoin Cash come mezzo di pagamento per una Tesla (Cryptonomist)

The scammers used at least around 20 verified accounts in this SNL campaign to spread the scam sites & made at least some 100k $ worth BTC, ETH & Doge. Rubati oltre 150.000 dollari con truffe legate SNL. (Punto Informatico)

Elon Musk spiazza tutti al Saturday Night Live. Negli ultimi anni abbiamo ormai imparato a conoscerlo. Pensavate fossi anche un tipo tranquillo e normale?“. (DR COMMODORE)

Sotto i rifletti anche oggi il titolo Tesla che ha aperto a 599$ dollari dopo il -6,44% con cui ha chiuso la giornata di ieri. Tesla ad aprile ha venduto 25.845 veicoli fabbricati localmente in Cina ad aprile, in calo dalle 35.478 unità di marzo. (Finanzaonline.com)

Space X ha annunciato di voler concludere il pagamento di una missione spaziale usando la valuta virtuale, nata nel 2013 e resa iconica dal meme del cane shiba inu. Uno dei rischi maggiori della moneta parodia, indicati dallo stesso Musk, è l’alta concentrazione: i primi cento indirizzi possiedono il 67% del totale. (Wired.it)

Nonostante tutto bel il 77% delle risposte sono state affermative: Tesla, dopo Bitcoin, dovrebbe accettare anche i Dogecoin come forma di pagamento. Il titolo Tesla è in caduta a Wall Street dopo che un rapporto sulle vendite in Cina realizzate ad aprile ha deluso le aspettative del mercato. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr