Alert operativi sui titoli del Ftse Mib per il 22 ottobre

Investing.com ECONOMIA

Per avere le conferme degli alert vi invito a partecipare alla Trading Zone, dove l’ingresso è gratuito e potrete interagire con me ed altri traders nella sezione dedicata ai titoli azionari.

Nel video in basso le situazioni grafiche Heikin-Ashi con la relativa strategia di trading.

Clicca su "SEGUI" in alto per ricevere una notifica ogni volta che pubblico un nuovo articolo qui su Investing.com

In più un focus sulle azioni del paniere più importante di Piazza Affari come Eni (MI: ), Enel (MI: ), Stellantis, Telecom Italia (MI: ), Intesa Sanpaolo (MI: ) e Unicredit (MI: ). (Investing.com)

Su altre testate

Le attese sono per un'estensione della trendline rialzista verso quota 26.985. Il quadro tecnico di breve periodo del Future sul FTSE MIB mostra un'accelerazione al rialzo della curva con target individuato a 26.560. (Teleborsa)

Le indicazioni non costituiscono invito al trading. (A cura dell'Ufficio Studi Teleborsa) (Teleborsa)

Banco Bpm è maglia rosa e guadagna il 2,18%, seguita da Bper (+1,58%) e Mediobanca (+0,44%). Il pagamento del dividendo costa invece un fisiologico -7,36% a Banca Mediolanum. (Milano Finanza)

(Teleborsa) - Chiusura del 18 ottobre. Il Derivato italiano ha incontrato delle difficoltà archiviando la seduta in calo a 26.110. Rischio di discesa fino a 25.785 che non pregiudicherà la buona salute del trend corrente ma che rappresenta una correzione temporanea. (Teleborsa)

Soffre il risparmio gestito: Banca Mediolanum flette dell'1,82%, Poste Italiane dell'1,09%, Azimut dello 0,67% e Fineco dello 0,43% Nel comparto petrolifero, premiato dai rialzi pomeridiani del greggio, denaro su Saipem (+1,34%) dopo che la società ha firmato con Honeywell un accordo per lo sviluppo e la commercializzazione di un digital twin nell'ambito della tecnologia Snamprogetti Urea. (Milano Finanza)

(Teleborsa) - Chiusura del 18 ottobre. Seduta negativa per il principale indice della Borsa di Milano, che chiude le contrattazioni con una perdita dello 0,83%. In caso di momentanea correzione fisiologica il target più immediato è visto a quota 26.136. (Teleborsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr