Omicidio a Comeana, arrestato 35enne di Firenze. Caccia a killer in fuga: è un fiorentino con gravi precedenti penali

Il sito di Firenze SALUTE

Gio, 25/11/2021 - 14:44 — Matteo Cali. Un fiorentino, con gravi precedenti penali, e sottoposto a misura cautelare, è ricercato dai carabinieri per l'omicidio di Gianni Avvisato (nella foto), il 38enne ex personal trainer ucciso con un'arma da fuoco ieri pomeriggio nei pressi della sua abitazione, in via Boccaccio a Comeana, nel comune di Carmignano (Prato).

I carabinieri sono sulle tracce dell'uomo dopo l'interrogatorio del primo presunto omicida del 38enne arrestato ieri nella notte. (Il sito di Firenze)

Su altri giornali

A casa di Andrea Costa non è stata trovata. Il fermato, che comparirà di fronte al gip per la convalida nei prossimi giorni, è stato interrogato nella caserma dei carabinieri fino alle sei del mattino confermando che Marrucci era insieme a lui quando si è presentato a casa di Gianni Avvisato (La Nazione)

I presunti killer, entrambi fiorentini, poi sono fuggiti su un’auto che avevano parcheggiato nella vicina via Petrarca. di Marco Gasperetti. Il 38enne, personal trainer e titolare di una palestra, è stato ucciso ieri in provincia di Prato (Corriere della Sera)

I due avevano litigato per strada con Avvisato per poi sparargli e darsi alla fuga in auto. Il presunto killer, di 55 anni, ha numerosi precedenti penali come rapine, risse, evasioni e anche un omicidio di un boss della mafia, avvenuto nel 1987. (Toscana Media News)

Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip nell’udienza di convalida al tribunale di Prato l’imbianchino di 39 anni arrestato dai carabinieri dopo l’omicidio di Comeana. Stamani, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’imbianchino fermato 12 ore dopo l’omicidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere. (tvprato.it)

Mentre i carabinieri stanno dando la caccia ai due killer, si cerca di capire anche il movente dell’omicidio E’ stato lui stesso a chiamare il 118 ma quando i soccorsi sono arrivati sul luogo del delitto l’uomo era già morto. (Zoom24.it)

Aveva cambiato diverse case negli ultimi anni. Un "dormitorio", come lo ha definito il sindaco Edoardo Prestanti, che negli ultimi anni ha vissuto un vero e proprio boom demografico. (La Nazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr