La partita europea dei vaccini più dura dopo decisione italiana su AstraZeneca

TG La7 ECONOMIA

Dall'Europa, Berlino compresa, si leva una sola voce: le aziende rispettino i contratti

Non condividiamo ma capiamo la risposta dell'Italia, il commento in sostanza di Canberra. Contraria Londra, principale indiziata visto che l'azienda fermata è anglo-sevedese.

cronaca. Dopo lo stop di Draghi all'export di 250mila dosi AstraZeneca all'Australia, dall'Europa, Berlino compresa, si leva una sola voce: le aziende rispettino i contratti. (TG La7)

Ne parlano anche altri media

Leggi su udine20 (Di venerdì 5 marzo 2021) Cinque milioni didelcontro ilsono previste pernel primo trimestre 2021 e 20 milioni nel secondo. Nel caso dell’Italia si tratta di 5 milioni nel primo trimestre e 20 milioni nel secondo trimestre. (Zazoom Blog)

Questo è quanto si evince dai primi dati di uno studio condotto dall’Università di Oxford che ha comunicato alla Reuters. VACCINO ASTRAZENECA: STOP IN SUDAFRICA. (Blogo.it)

“Capiamo la decisione che ha preso l’Europa e il governo italiano in questo momento”, ha sottolineato Wittum aggiungendo che “non è qualcosa che compete a noi. Wittum ha commentato a ClassCnbc lo stop del governo all’export di 250 mila dosi di vaccino dirette in Australia (L'agone)

L’Ad di AstraZeneca dà infine “il benvenuto all’iniziativa del Governo italiano”, che ha annunciato uno stanziamento di mezzo miliardo per creare un polo che possa produrre i vaccini nel nostro Paese “La grande maggioranza dei nostri stabilimenti sono stabilimenti dei partner ai quali abbiamo fatto il cosiddetto trasferimento tecnologico. (Momento Italia)

Altrimenti non possiamo permettere le esportazioni”, ha aggiunto la presidente citata da Rtl Nieuws Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, parlando ai media internazionali. (LaPresse)

La presidente Ue in un'intervista alla rivista WirtschaftsWoche: "Consegnate menoi del 10% delle dosi concordate". La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen annuncia il blocco delle esportazioni delle dosi di Astrazeneca: “ha consegnato all’Ue meno del 10% dell’importo di dosi ordinate nel periodo da dicembre a marzo”, ha chiarito von der Leyen in un’intervista ai media internazionali tra cui la rivista economica tedesca WirtschaftsWoche giustificando così lo stop all’export delle dosi del colosso anglo-svedese in Australia voluto dall’Italia (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr