Morte Liliana, spunta una nuova testimonianza: avvistata lo scorso 22 dicembre

Morte Liliana, spunta una nuova testimonianza: avvistata lo scorso 22 dicembre
triestecafe.it INTERNO

Secondo quando emerso dall'emittente locale Telequatto, una donna avrebbe avvistato Liliana il 22 dicembre, tra le 8,50 e le 9 di mattina, nei pressi dell'ospedale Maggiore.

"Era dietro di me ma sentendo un verso strano, l'ho lasciata passare", ha aggiunto la donna evidenziando che Liliana si trovava da sola e portava con sé una borsa a tracolla color tortora scuro.

"L'ho riconosciuta successivamente dalle foto emerse dopo la sua scomparsa. (triestecafe.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dopo la Tac e l’autopsia, che non hanno sciolto i molti dubbi che ancora gravano sul giallo, gli investigatori attendono risposte anche da questo esame. E pure sui sacchetti di nylon che le coprivano la testa. (Il Piccolo)

La nomina effettuata da Visintin in quanto parte offesa, è stata depositata nella giornata di ieri presso la Procura di Trieste, insieme a quella del medico legale di parte, Raffaele Barisani. Sarà l'avvocato Paolo Bevilacqua il difensore legale di Sebastian Visintin, il marito di Liliana Resinovich, la 63enne ritrovata morta il 5 gennaio nel parco dell'ex ospedale psichiatrico di San Giovanni a Trieste. (triestecafe.it)

L’analisi della conduttrice: «Una vicenda inquietante anche se è un caso di scuola visti i protagonisti: una coppia e l’amico». TRIESTE. «Un caso di scuola. (Il Piccolo)

Giallo di Trieste, il marito di Liliana nomina un difensore come persona offesa

Claudio è l’uomo di 82 anni nonché l’ultima persona che Liliana avrebbe dovuto vedere il giorno della sua scomparsa. Una verità attesa però anche dall’amico speciale Claudio, l’uomo al quale Liliana detta “Lilly” si era riavvicinata negli ultimi tempi. (Il Sussidiario.net)

L'esame autoptico invece chiarirà le cause del decesso della donna, scomparsa da Trieste lo scorso 14 dicembre, sul cui corpo non erano stati rinvenuti segni di violenza. (Fanpage.it)

Visintin oggi ha nominato come difensore di fiducia l’avvocato Paolo Bevilacqua, legale anche di Alejando Meran, l’assassino dei due poliziotti nella sparatoria avvenuta in Questura a Trieste nel 2019. (Il Friuli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr