Apple pronta a tagliare la produzione di iPhone 13 per la crisi dei chip

Apple pronta a tagliare la produzione di iPhone 13 per la crisi dei chip
Wired.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Le difficoltà globali di approvvigionamento nella filiera dei semiconduttori potrebbero condurre Apple a tagliare il target di produzione di iPhone 13 di 10 milioni di unità, per il 2021.

Apple aveva già segnalato problemi di filiera nella consegna di iPhone e iPad nel terzo trimestre, citando la carestia globale dei chip

Nel caso di Apple, Texas Instruments fornisce un chip collegato all’alimentazione del display Oled, mentre Broadcom è il produttore di riferimento di lunga data per le componenti wireless. (Wired.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

L’ingresso di BOE va così a sconvolgere gli equilibri in atto da anni tra Apple e i suoi principali fornitori storici di schermi, in primis Samsung e LG. BOE ha già fornito quantità limitate di schermi ad Apple per iPhone 12, per lo più destinati ai terminali da riparare e quelli ricondizionati, oltre che display per iPad. (macitynet.it)

La crisi dei chip pesa anche su Apple, costretta a tagliare, in uno dei momenti cruciali dell'anno fra Black Friday e Natale, la produzione dell'iPhone. Offrire gli AirPods come apparecchi acustici potrebbe ampliare significativamente il mercato di Apple, poiché solo negli Usa 28 milioni di persone soffrono di disturbi all'udito moderati che scelgono di non trattare con apparecchi acustici specifici (IL GIORNO)

La crisi dei chip pesa anche su Apple, costretta a tagliare, in uno dei momenti cruciali dell'anno fra Black Friday e Natale, la produzione dell'iPhone . In questo momento, poi, le carenze sono anche a monte, nelle industrie che creano i macchinari per la manifattura dei microchip. (Sky Tg24 )

iPhone 13, i fornitori Apple smentiscono la riduzione degli ordini

Sulle pagine di macitynet trovate la recensione di iPhone 13 Pro, quella di iPhone 13 Pro Max. Infine iPhone 13 risulta più costoso per chi vive in India: per comprarne uno bisogna spendere il 14,75% dell’intero potere di acquisto annuale, mentre in USA solo l’1,17%. (macitynet.it)

Il motivo sarebbe legato alla mancata consegna dei microconduttori sopracitati da parte di Texas Instruments e Broadcom. La notizia ha portato a un contraccolpo del titolo in borsa questo martedì (-1.2%). (Ticinonline)

La notizia ha causato un calo delle azioni Apple, portando alcuni analisti a preoccuparsi per le vendite degli iPhone 13 nei prossimi mesi. one. Un report di poche ore fa parlava infatti di Apple costretta a ridurre gli ordini di 10 milioni di iPhone 13 previsti da qui a fine ano. (iPhone Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr