Multa da 200 milioni per Amazon e Apple: ecco perché

Multa da 200 milioni per Amazon e Apple: ecco perché
Adnkronos ECONOMIA

I prodotti non originali offrono un'esperienza inferiore e possono spesso essere pericolosi", precisa Apple

Per garantire la sicurezza dei nostri clienti e l'integrità dei prodotti che acquistano, è importante che i clienti sappiano che stanno acquistando prodotti originali.

E' quanto osserva l'Autorità in merito all’istruttoria nei confronti delle società dei gruppi Apple Inc.

Le clausole dell’accordo hanno altresì limitato le vendite transfrontaliere, in quanto si è operata una discriminazione dei rivenditori su base geografica. (Adnkronos)

Su altri giornali

Grazie all’accordo con Apple, i clienti italiani possono trovare gli ultimi prodotti Apple e Beats sul nostro store, beneficiando di un catalogo più che raddoppiato, con offerte migliori e spedizioni più veloci", conclude il gigante Usa (Investing.com)

L'istruttoria dell'autorità è partita nel luglio 2020, dopo la segnalazione ricevuta nel febbraio 2019 da un'impresa attiva nella commercializzazione di prodotti di elettronica, riguardante il sistema di vendita online dei prodotti a marchio Apple e Beats sul marketplace online di Amazon. (Wired.it)

Immediata la risposta di Apple che, attraverso una nota ufficiale, afferma "di non aver fatto nulla di sbagliato" e annuncia l'intenzione di fare ricorso. La nota di Apple. La casa di Cupertino ha fatto sapere che presenterà ricorso (Sky Tg24)

Restrizioni verso aziende concorrenti, multate Apple e Amazon

La sanzione comminata è sproporzionata e ingiustificata» afferma in una nota Amazon. «Per garantire la sicurezza dei nostri clienti e l'integrità dei prodotti che acquistano, è importante che i clienti sappiano che stanno acquistando prodotti originali» (Avvenire.it)

Per tali ragioni, Apple ha ricevuto una multa di 134,5 milioni di euro e Amazon di 68,7 milioni di euro. Apple e Amazon sono state multate dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) per complessivi 200 milioni di euro perché si sono accordate per restringere l'accesso "nel marketplace Amazon. (DDay.it - Digital Day)

L'autorità ha intimato a tali società di porre fine alle restrizioni, permettendo l'accesso ad Amazon.it ai rivenditori di prodotti Apple e Beats "genuini" in modo non discriminatorio. Le sanzioni sono pari a 68,7 milioni di euro alle società del gruppo Amazon e 134,5 milioni di euro alle società del gruppo Apple. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr