Formula1, la guerra tra Red Bull e Mercedes continua: ecco i motivi

Formula1, la guerra tra Red Bull e Mercedes continua: ecco i motivi
Più informazioni:
QuattroMania SPORT

Ecco perché l’accanimento nei confronti della zona posteriore della macchina di Hamilton e Bottas

Red Bull e Mercedes non si amano particolarmente, e si lotta su tutti i fronti.

La stagione di F1 si è rivelata un vera è propria guerra tra Red Bull e Mercedes.

Potrebbe interessarti > > > Formula 1, in Qatar si arriva con tanti dubbi: l’unica certezza è Ferrari (forse). Ecco perché Red Bull pensa di sapere le illegalità Mercedes. (QuattroMania)

Ne parlano anche altri giornali

Helmut Marko, consulente e detentore dei contratti dei piloti Red Bull. La squadra dovrà cercare semplicemente di essere perfetta. Gp Qatar 2021: Max Verstappen (Red Bull Racing Honda) in pista a Losail su gomme Medie. (FUNOANALISITECNICA)

Ecco una carrellata degli episodi più eclatanti degli ultimi 30 anni Una guerra totale, che è partita dalla flessibilità delle ali per poi arrivare alle insinuazioni di irregolarità sul motore, passando dagli incidenti in pista, dalle liti per le nuove regole sui cambi gomme e dall’utilizzo delle sospensioni e dell’ala mobile per i sorpassi. (La Gazzetta dello Sport)

È interessante, e penso che abbiano fatto un buon lavoro, la loro velocità in rettilineo con la grande ala è identica alla nostra. La guerra tra Mercedes e Red Bull per la conquista del titolo mondiale prosegue anche alla vigilia della gara valevole per il Gran Premio del Qatar e, anche qui, non solo in pista. (FormulaPassion.it)

Tra Red Bull e Mercedes è guerra anche ai box: la strana mossa ripetuta ad ogni pit-stop

Lewis Hamilton ha vinto le ultime due gare, dominando in Brasile con una doppia rimonta furiosa e giganteggiando in Qatar. Contestualmente Toto Wolff, team principal della Mercedes, ha dichiarato che c’erano monoposto non regolari in pista (velatamente si riferiva a quella di Verstappen) e Chris Horner, team principal della Red Bull, ha chiesto al suo omologo se fosse tutto regolare sull’ala posteriore in occasione della conferenza stampa di Losail. (OA Sport)

Red Bull ha iniziato il fine-settimana con un assetto lontano dall’essere ottimale, contrariamente ai rivali della Mercedes i cui piloti hanno espresso soddisfazione per il set-up di partenza, che ha richiesto poche correzioni. (FormulaPassion.it)

Una vera e propria tattica studiata a tavolino dunque per provare a rallentare, seppur di pochissimo, la sosta dell'avversario (Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr