Centocelle: schianto moto scooter, perde la vita un 34enne

Fanpage.it INTERNO

Centocelle: schianto moto scooter, perde la vita un 34enne Un incidente mortale è avvenuta su via di Centocelle alla periferia Est di Roma, questa mattina.

Un grave incidente è avvenuto nella mattina di oggi – sabato 17 luglio – su via di Centocelle alla periferia di Est di Roma

Ad avere la peggio il centauro, un uomo di 34 anni che da quanto si apprende è morto sul colpo.

Al volante della vettura una ragazza di 25 anni in stato di choc. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altri media

Tra le auto coinvolte c'era anche quella di una dottoressa del 118 che si stava recando al lavoro e che, avendo trovato un'automobile di traverso ha dovuto fermarsi. Sul posto è intervenuta la polstrada, dai primi rilievi l'impatto tra le auto sarebbe avvenuto all'interno di una galleria per poi interessare anche mezzi che sopraggiungevano. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

La squadra provvedeva ad estrarre i due conducenti, malconci, dalle macchine coinvolte (una si è ribaltata su un fianco) e ad affidarli alle cure dei sanitari. Schianto nella notte, in città con due persone ferite ma fortunatamente – pare – senza gravi conseguenze. (La Stampa)

I feriti sono stati affidati alle cure del 118, che li ha trasferiti all'ospedale Maggiore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno estratto dalle lamiere delle due auto, una ribaltata, due persone. (NovaraToday)

È stata chiusa l'inchiesta sull'incidente mortale di Gnosca, in cui il 29 settembre scorso persero la vita padre e figlio di appena 13 mesi. Al momento dell'impatto, hanno appurato le perizie condotte sull'auto, il veicolo viaggiava a 129 km/h. (Ticinonline)

I bimbi. erano in macchina con i genitori, anche loro rimasti feriti in modo non grave e dimessi subito dopo i controlli dei sanitari. Sull'accaduto sono in corso accertamenti degli agenti della Polizia Municipale di Pescara (ilmessaggero.it)

L’operazione, a detta dei sanitari, era riuscita, tanto che l’11 luglio il paziente era stato anche trasferito in reparto e respirava autonomamente. Ci sarebbe inoltre un’altra testimone, una ragazza che ha prestato i primi soccorsi, che avrebbe visto l’auto fare inversione e allontanarsi dal luogo dell’incidente. (LatinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr