M5S, è scontro sul mandato a Conte. Il timore di 70 «defezioni»

M5S, è scontro sul mandato a Conte. Il timore di 70 «defezioni»
Corriere della Sera INTERNO

Con la riunione ancora in corso, fonti dei vertici sottolineano come la larga maggioranza abbia riconosciuto pieno mandato a Conte

Il tema della riunione è il conferimento del pieno mandato a Giuseppe Conte a trattare per il capo dello Stato, lo stesso mandato — per intenderci — che Enrico Letta potrebbe chiedere ai dem.

La riunione dei grandi elettori Cinque Stelle (partecipano anche i delegati regionali) finisce così, sotto il segno dello scontro. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

Renzi: non credo a un Mattarella bis. «Scommetto che il 27 gennaio avremo un Presidente della Repubblica o una Presidente della Repubblica. «Dobbiamo affrontare questo passaggio – dice Giuseppe Conte aprendo l’assemblea congiunta M5S – esprimendo la nostra forza politica e il nostro coraggio morale. (La Stampa)

Lo fanno sapere fonti M5S. Roma, 13 gen. (LaPresse) – Tutti gli interventi dei parlamentari, ribadiscono piena fiducia al leader Giuseppe Conte per la trattativa, mostrando consapevolezza che la trattativa la farà il Capo Politico il quale ha già dimostrato di saper affrontare e portare a termini negoziati anche molto impegnativi in Europa. (LaPresse)

MANOVRE SUL COLLE/ "Berlusconi impallinato dai suoi, Letta non ha carte da giocare". M5S, CHI È LA “TALPA” DELLA CHAT DI CRIMI? l fatto che lo dica Crimi, che in quei giorni era il capogruppo M5S al Senato, suona come l’interpretazione autentica dei fatti» (Il Sussidiario.net)

Vito Crimi: “voto iscritti M5s non serviva a nulla”/ Gaffe in chat (e caos per Conte)

Lo anticipa nel primo pomeriggio un contiano di ferro: “Ma figurati se scopre le carte stasera. Il capo politico cosparge di miele i timori di una fine anticipata della legislatura: “Questo governo deve continuare, no a elezioni anticipate”. (L'HuffPost)

Ed è per questo che rivolgerò un appello al dialogo alle forze di centrodestra: mettiamo da parte bandierine di parte, sventoliamo tutti insieme la bandiera dell'Italia", rimarca Conte. Molti di voi rivendicano di poter indicare dei parametri e di fissare dei paletti per muoverci al tavolo delle trattative. (Adnkronos)

Toninelli, che è stato ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel primo governo Conte, invece, come apprende Open, avrebbe proposto nel corso della riunione voto online e Mattarella-bis. In questi minuti è in corso su Zoom l’assemblea dei deputati e dei senatori per fare il punto sul Quirinale. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr