Sentenza Astori, la compagna Francesca Fioretti: «Davide non c’è più, ma spero si possano salvare altre vite»

Sentenza Astori, la compagna Francesca Fioretti: «Davide non c’è più, ma spero si possano salvare altre vite»
Più informazioni:
Corriere Fiorentino SPORT

«Firenze è la mia dimensione», raccontava spesso Davide Astori, proprio nel 2018 avrebbe dovuto firmare un contratto a vita con la squadra viola.

Davide e Francesca, volto noto della tv, si erano conosciuti nel 2013.

Spero vivamente che questa sentenza possa servire in futuro a salvare anche una sola vita umana».

Francesca Fioretti esce dall’aula del processo per la morte del suo compagno Davide Astori, dopo la sentenza di condanna per il medico sportivo Giorgio Galanti . (Corriere Fiorentino)

Su altre fonti

Il caso Astori ha scosso il mondo dello sport, proprio oggi è arrivata la sentenza che provocherà certamente delle polemiche. Il dottor Galanti ha continuato a dare i certificati per l’idoneità sportiva, anche a Firenze (CheNews.it)

Si attende ora un ricorso che appare quasi inevitabile da parte del legale del consulente sportivo della Fiorentina Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti Galanti, che all’epoca dei fatti era consulente medico per la compagine toscana, avrebbe potuto fare qualcosa per salvare Astori. (CalcioToday.it)

Il professor Giorgio Galanti, medico sociale della Fiorentina in passato, è stato condannato a un anno di reclusione (pena sospesa), nell’ambito del processo con rito abbreviato per la morte del calciatore viola, Davide Astori (fiorentinanews.com)

Condannato il medico sportivo Galanti per la morte di Davide Astori

Firenze, 3 maggio 2021 - Il professor Giorgio Galanti, 71 anni, pratese, ex direttore della Medicina Sportiva dell'ospedale di Careggi, è stato condannato per omicidio colposo a un anno nel processo che lo vedeva accusato della morte del capitano della Fiorentina Davide Astori (La Nazione)

Il decesso del calciatore, secondo i periti del gup, non avrebbe potuto essere evitato a meno che non gli fosse stato installato, in precedenza, un defibrillatore. I fatti. Davide Astori, capitano della Fiorentina, venne trovato ormai privo di vita la mattina del 4 marzo 2018 nella sua camera d’albergo, a Udine, mentre si trovava in ritiro con la squadra. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr