Seconda Pasqua in pandemia, gli auguri del vescovo ai lettori del GdV: «Non prevalga l'oscurità»

Seconda Pasqua in pandemia, gli auguri del vescovo ai lettori del GdV: «Non prevalga l'oscurità»
Il Giornale di Vicenza ECONOMIA

Fa sua una parola che pare sempre più desueta, come la gentilezza, ma che - forse proprio per questo - è stata rilanciata anche da papa Francesco.

Nella «seconda Pasqua segnata dall'esperienza della pandemia», il vescovo Pizziol si sofferma sul simbolismo della luce e dell'oscurità, presente in tutte le religioni, ma comunque intessuto nell'esistenza di ciascuno.

«Quando attraversiamo momenti di buio - aggiunge il vescovo - il desiderio impellente è quello di uscirne al più presto, per ritornare alla luce del giorno. (Il Giornale di Vicenza)

Su altre fonti

A fine giugno sarà stilata la classifica finale tra le foto più belle scelte dagli esperti di settimana in settimana Ed è quanto si propone Il Giornale di Vicenza con “Scatta la primavera”, l’iniziativa promossa in collaborazione con la categoria Fotografi di Confartigianato Vicenza. (Il Giornale di Vicenza)

Parole durissime da parte anche del sindaco Del Bono che ha sottolineato «la gravità di un atto riprovevole» e rabbia espressa anche dai bresciani che in mattinata si sono messi in coda per ricevere il vaccino. (Il Giornale di Vicenza)

La sanzione è stata emessa perché la titolare dell’attività stava consentendo agli avventori del locale la consumazione sul posto e nelle adiacenze. Per questo motivo è stata anche avviata la procedura di chiusura per 5 giorni dell’esercizio commerciale (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Vicenza, i vigili del fuoco liberano un cagnolino rimasto incastrato in un cancello - La PiazzaWeb

Ecco le sue parole, riportate da trivenetogoal.it:. “La parte Nord e Sud sono completate mentre lavoreremo sugli spicchi laterali (il settore ospiti di una volta) che diventerà accessibile ai tifosi vicentini e poi nei distinti ci sarà la scritta LR Vicenza. (pianetaserieb.it)

Le cause del rogo sono al vaglio dei tecnici dell’ufficio di polizia giudiziaria dei vigili del fuoco. I pompieri arrivati da Schio, Vicenza e Thiene con 3 autopompe, 2 autobotti, un’autoscala e 18 operatori, hanno iniziato le operazioni di spegnimento riuscendo a circoscrivere le fiamme, salvando così l’abitazione in legno attigua. (Il Giornale di Vicenza)

L’intervento di soccorso ad Arzignano: vittima incolpevole il meticcio “Pepe”. Ad Arzignano se l’è vista brutta “Pepe”, un cane meticcio che è rimasto incastrato con la testa nelle sbarre di un cancello. (La Piazza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr