Milan, derby perso ma 8 tiri contro 6 dell’Inter e maggiore possesso palla dei rossoneri

Milan, derby perso ma 8 tiri contro 6 dell’Inter e maggiore possesso palla dei rossoneri
Milan News SPORT

I numeri e le statistiche servono a poco quando si perde un derby 3-0 ma analizzando il tabellino a fine match, risulta che il Milan abbia tirato nello specchio della porta 8 volte (segnando zero gol), mentre l’Inter ha tirato solo sei volte, realizzando però tre reti e mostrando grande cinismo.

Spicca anche il dato dei passaggi riusciti: Milan 565 e Inter 382

Anche il dato del possesso palla è a favore dei rossoneri con il 60% contro il 40% dei nerazzurri. (Milan News)

Su altre testate

Tolta la mini fuga dell'Inter, che a fine febbraio potrebbe anche risultare decisiva, era da moltissimi anni che "sette sorelle" non lottavano per un obiettivo comune: un posto in Champions League. ATALANTA: IL CAMMINO CHAMPIONS FARA' LA DIFFERENZA. (Sport Mediaset)

Oltre ad aver perso il Derby della Madonnina, il Milan ha affrontato i cugini anche nei Quarti di Finale di Coppa Italia (Inter vs Milan 2 – 1). Se nei match precedenti, Zlatan Ibrahimovic è stato sempre decisivo, nel nuovo anno le cose sono cambiate e non riesce più a incidere come sempre. (Footballnews24.it)

Milan-Inter 0-3: “Inter, tre schiaffi al Milan e fuga Scudetto” | Serie A News

Per La Gazzetta dello Sport il migliore in campo è Lautaro Martinez, autore di una doppietta: "La sua partita assomiglia alla discussione di una tesi di laurea. Voti altissimi anche per Conte, Handanovic ("Strepitoso") e Lukaku, tutti ampiamente promossi, incluso Christian Eriksen, al quale viene mosso un solo appunto: "Deve credere di più nel suo tiro, preciso e potente. (fcinter1908)

D’altronde, quando Romelu Lukaku (17 gol in campionato) e Lautaro Martínez (13) giocano così, fermare i nerazzurri appare davvero impresa proibitiva. L’Inter ha vinto il derby perché ha avuto più qualità di un Milan che non ha superato il trauma di La Spezia. (Pianeta Milan)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr