Dakar | Camion, Tappa 9: Nikolaev sfida Sotnikov

Dakar | Camion, Tappa 9: Nikolaev sfida Sotnikov
Motorsport.com Svizzera SPORT

All’arrivo di Jeddah mancano tre giorni: si arriverà con l’ordine acquisito (Sotnikov, Nikolaev e Shibalov) oppure Chagin lascerà ai primi due l’opportunità di darsi battaglia?

Macik-Tomasek-Svanda Iveco Powerstar +4.29’51” 10

La risposta è facile, fin troppo facile: il successo andrà a uno dei due nuovi Kamaz K5, più stretti e più corti dei tradizionali 43509.

Verstaijnen-Van Dal-Smits Iveco Powerstar +4.07’35” 9. (Motorsport.com Svizzera)

La notizia riportata su altre testate

Ma adesso la proposta è concreta, con Petrucci che sembra aver pensato proprio a tutto: “Lui correrà in macchina e non so quanto il suo calendario sarà compatibile con quello della Dakar – ha aggiunto – ma se non dovessero esserci sovrapposizioni sarebbe bellissimo creare un equipaggio con lui e me. (MOW)

Lo ‘Zar’ ha preso il largo tagliando il traguardo con 2 minuti e 34 di vantaggio su Dmitry Sotnikov che mantiene per 8 minuti e 51 il primato nella graduatoria assoluta Eduard Nikolaev e Dmitry Sotnikov, rispettivamente secondo e primo della classifica generale, hanno imposto il proprio passo nel cuore della competizione annullando il piccolo margine di Macík e Van Kasteren. (OA Sport)

port nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. (OA Sport)

“Due anni sulla moto sbagliata”: le parole di Danilo Petrucci sono una dichiarazione d’amore per Pramac e un messaggio per KTM

A chiudere davanti a tutti la Stage 8, per quanto riguarda le auto, è stato Mattias Ekström. Estremamente positiva è stata poi questa giornata per i fratelli Totani. (L'Aquila Blog)

Ha invece chiuso nelle retrovie Petrucci, che ha terminato la giornata al 25esimo posto a oltre 23 minuti dal vincitore di tappa: l'ex pilota KTM ha ammesso di essersi perso nel deserto 10 Gennaio 2022. (Sportal)

Ci sta la fine di un contrato, ci sta la mancata volontà di un rinnovo, ma non ci sta il modo con cui è stato liquidato prima dagli italiani e poi dagli austriaci. Danilo Petrucci non è uno che fa drammi: anche quando tutto va male, al limite, si chiude nel silenzio e in un carattere che conosce esternazione solo quando c’è da mostrare gioia. (MOW)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr