Vaccino: in Italia somministrate oltre undici milioni dosi, gli immunizzati sono 3,4 milioni

Vaccino: in Italia somministrate oltre undici milioni dosi, gli immunizzati sono 3,4 milioni
il Fatto Nisseno ESTERI

Per questo mese e’ previsto l’arrivo di 8 milioni di dosi e da qui fino a maggio-giugno di 40 milioni

E, se si raggiungera’ questa cifra, per il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario all’emergenza Covid, la chiusura della campagna vaccinale potrebbe arrivare anche a settembre.

La campagna vaccinale ha gia’ riguardato 6.576.611 donne e 4.505.001 uomini.

L’obiettivo del governo e’ quello di arrivare entro la fine del mese a 500 mila dosi somministrate al giorno. (il Fatto Nisseno)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ultima categoria per dosi somministrate le forze armate In Lombardia è stata superata ormai da tempo la soglia "psicologica" di un milione di dosi di vaccino anti Covid. (Fanpage.it)

Al momento la variante inglese del virus Sars-Cov-2 è la più diffusa e contagiosa. Quali sono le varianti del Covid in Italia? (QUOTIDIANO.NET)

Mentre sono 3.443.161 le persone già immunizzate, ossia coloro che hanno già ricevuto sia la prima che la seconda dose del vaccino. Sono 3.443.161 le persone già immunizzate. (La Stampa)

Covid, cosa sappiamo su vaccini e varianti: dall'efficacia alla durata del siero

Questo significa, almeno in teoria, che la variante Eek è al momento relegata all'interno dei confini giapponesi. Nel frattempo, il Giappone ha introdotto nuove restrizioni anti Covid nella prefettura di Osaka e nelle vicine prefetture di Hyogo e Miyagi (ilGiornale.it)

Intanto, l’elenco della farmacie che hanno aderito è quasi pronto e dopo Pasqua dovrebbe essere inviato al commissario per l’emergenza Covid, il generale Figliuolo. I vaccini inoculati direttamente in farmacia, d’altra parte, sono una novità in Italia ma nel resto del continente europeo sono ormai una prassi, soprattutto quelli antinfluenzali. (La Nuova Sardegna)

In Italia circolano altre due varianti, la brasiliana e la sudafricana, e in misura minore la B.1 525, cosiddetta variante nigeriana, più tantissime altre forme con mutazioni puntiformi, ovvero con minime differenze rispetto ai gruppi geografici prevalenti (Casteddu Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr