La Banca dei Territori dopo la fusione: tutti i numeri

La Banca dei Territori dopo la fusione: tutti i numeri
AziendaBanca ECONOMIA

Con una nuova struttura di 12 Direzioni Regionali, l’obiettivo è confermare l’impegno su retail e PMI, puntando su impact e agribusiness.

opo l’integrazione di UBI Banca, la Divisione Banca dei Territori conta 13,5 milioni di clienti, 50mila dipendenti e 800 miliardi circa tra impieghi e raccolta.

Intesa Sanpaolo ha già 80mila imprese clienti per 12 miliardi di impieghi.

Agribusiness e Impatto. La Direzione Agribusiness è guidata da Renzo Simonato e conta su 230mila punti operativi per servire un settore che rappresenta l’11% del PIL. (AziendaBanca)

Ne parlano anche altre fonti

Tale intervento è stato reso possibile grazie al contributo di tutte le funzioni aziendali di Intesa Sanpaolo e di UBI, che hanno gestito con successo una complessa transizione sotto il profilo tecnologico, operativo e formativo. (Vigevano24.it)

Intesa Sanpaolo ha presentato in streaming l’iniziativa che parte con la nuova struttura della divisione Banca dei Territori dopo l’integrazione con Ubi. “Il nostro Paese ha un’economia di filiere produttive e distretti, quindi un capitalismo di territorio – ha detto De Felice – Siamo a un momento di svolta per l’economia italiana, stiamo uscendo dalla recessione e abbiamo un occasione storica per modernizzare il Paese e riuscire ad arrivare ad un sistema economico più efficiente d… (Quotidiano di Sicilia)

Tra raccolta e impieghi, come sottolineato dal responsabile della Banca dei Territori, Stefano Barrese, l'impatto di Banca dei Territori è pari alla metà del Pil nazionale. (ilGiornale.it)

Intesa Sanpaolo, la Banca dei Territori si rinnova

La Banca, come detto, nei primi 5 mesi del 2021 ha erogato 20 miliardi, 11 dei quali alle PMI Intesa Sanpaolo dopo integrazione con Ubi Banca punta su giovani ed imprese. Stefano Barrese durante la presentazione della nuova struttura della Divisione di Intesa Sanpaolo ha spiegato che quest’ultima sarà ancora più vicina alle imprese e alle famiglie a seguito dell’integrazione con Ubi. (InvestireOggi.it)

Per i giovani, in particolare gli under35, Intesa Sanpaolo ha identificato soluzioni destinate ad accompagnarne i progetti di vita, specialmente nella prospettiva di superamento delle difficoltà e dei rallentamenti legati alla pandemia. (Il Messaggero)

Tale intervento è stato reso possibile grazie al contributo di tutte le funzioni aziendali di Intesa Sanpaolo e di UBI, che hanno gestito con successo una complessa transizione sotto il profilo tecnologico, operativo e formativo”. (TG-PRIMARADIO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr