Coronavirus, tornano a salire i ricoveri in Lombardia. 65 nuovi casi in provincia di Pavia

Coronavirus, tornano a salire i ricoveri in Lombardia. 65 nuovi casi in provincia di Pavia
La Provincia Pavese SCIENZA E TECNOLOGIA

I tamponi effettuati: 39.365 (di cui 18.497 molecolari e 20.868 antigenici), totale complessivo 9.619.341.

Lombardia, i nuovi casi per provincia.

41 i decessi, totale complessivo: 33.014.

I nuovi casi positivi: 1.354 (di cui 41 debolmente positivi), percentuale di positività al tampone 3,4%.

Sempre ieri i nuovi casi erano stati 5.948, e i morti 256

(La Provincia Pavese)

Su altri media

Covid, i dati del 3 maggio. In Lombardia continua il trend al ribasso dei ricoverati nelle terapie intensive (-7) e nei reparti (-75). A fronte di 15.287 tamponi effettuati, sono 637 i nuovi positivi pari al 4,1%. (Prima Pavia)

Chi solitamente prende l'autobus in Strada Nuova non si lamenta, guarda le pensiline dove Autoguidovie ha affisso i cambi di percorso e se ne va alla fermata più vicina. In totale in corso Strada Nuova sono sei i locali con il plateatico: bar del Ponte, Leo’s Piada, Leo’s Pizza, Na ‘Ranita, Safarà e Pozzo American Bar. (La Provincia Pavese)

Malore a Rivanazzano Caduta a Pavia. Poco prima dell’una, esattamente alle 00.58, è stato soccorso un giovane di 33 anni per una caduta accidentale avvenuta in piazza Edoardo Storti a Pavia. (Prima Pavia)

Com’è sta storia che i pavesi in pensione vanno a vivere ad Acireale, in Sicilia

Infine le vittime accertate sono 28. i tamponi effettuati: 15.287 (di cui 11.385 molecolari e 3.902 antigenici) totale complessivo: 9.579.976. i nuovi casi positivi: 637 (di cui 47 ‘debolmente positivi’). (Prima Cremona)

Un cofinanziamento arriverà anche dai Comuni che, a lavori terminati, si prenderanno in carico queste porzioni di strada, ora di competenza provinciale. L’elenco. . Verrà riaperta la strada del Tombone, che collega Magherno a Villanterio, e sulla quale saranno dirottati 120mila euro (70mila Provincia e 50mila Magherno). (La Provincia Pavese)

Una realtà, per i tanti pavesi che nell’ultimo decennio hanno lasciato la nostra provincia per godersi l’agognata pensione all’estero. Secondo, niente lingua straniera che per molti è ancora un ostacolo, spesso aggirato facendo comunella fra conterranei (Prima Pavia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr