Eurovision, colori e folklore: ovazione per l'Ucraina (favorita). Pausini in fucsia e omaggio alla Carrà: la p

leggo.it CULTURA E SPETTACOLO

La ballad struggente di Marius Bear (Svizzera), musicista di strada, e quella di Maro (Portogallo).

Passano il turno: Svizzera, Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia, Olanda.

Tra questi, l'Italia con Mahmood & Blanco con Brividi, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito. Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11 Maggio 2022, 07:54

Insieme ai finalisti di domani sera, si aggiungeranno ai Big 5, i Paesi fondatori di ESC che accedono di diritto all'ultima sera. (leggo.it)

Su altri giornali

Sono in molti a parlare della guerra in Ucraina fuori dal palco dell’Eurovision. L’Ucraina è passata alle finali e adesso tornerà sul palco dell’Eurovision Song Contest sabato 14 maggio, insieme all’Italia. (Open)

Proprio gli ucraini Kalush Orchestra si sono presentati sul palco del PalaOlimpico di Torino con un abbigliamento altamente simbolico Alessandro Cattelan aveva presentato così l'edizione 2022 dell'Eurovision Song Contest durante la conferenza stampa della vigilia. (IL GIORNO)

Per l'esibizione del gruppo ucraino c'è stato un applauso più lungo e sonoro. Ovazione al Pala Alpitur di Torino per la Kalush Orchestra, con la canzone "Stefania" all’Eurovision. (Repubblica TV)

Non ci si abitua ma in qualche modo, si accettano le regole di una guerra e si convive con esse. Prima però potrebbero portare a casa la vittoria, essendo oggi, tra i favoriti (Ultime Notizie Flash)

Tifo da stadio, pubblico che batte il tempo con le mani e inquadrature su bandiere della pace per l'ingresso sul palco della prima semifinale dell'Eurovision Song Contest 2022 dei concorrenti ucraini, la Kalush Orchestra, grandi favoriti della vigilia con il brano 'Stefania': un brano tra folk, pop e rap, dedicato dal leader del gruppo alla mamma ma diventato una sorta di inno alla madre patria nei giorni della guerra contro l'invasione russa. (Adnkronos)

Ma anche questo è l’Eurovision Song Contest, ogni paese porta la sua tradizione, il suo folclore e i suoi suoni rimasti anche antiquati. Durante l’esibizione si erano già presi la standing ovation del pubblico del palazzetto dove spuntavano bandiere ucraine. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr