La mostra di Damien Hirst alla Galleria Borghese

La mostra di Damien Hirst alla Galleria Borghese
Artribune CULTURA E SPETTACOLO

Passata l’epidemia ci sarà un grande ritorno delle iniziative culturali e della capacità dei musei di innovare.

“La bellissima mostra di Damien Hirst che apre alla Galleria Borghese è un segno di ripartenza“, ha commentato il ministro della Cultura Dario Franceschini, presente all’evento di apertura.

E ha concluso, “c’è una grande voglia di turismo, di cultura, di bellezza

È stata inaugurata Archaeology Now, l’attesa personale di Damien Hirst alla Galleria Borghese di Roma, visitabile fino al 7 novembre 2021. (Artribune)

Su altre testate

Franceschini loda l’originalità della mostra di Damien Hirst alla Galleria Borghese. Precipitandosi a chiosare, riferito a Hirst alla Galleria Borghese, che “l’originalità di questa mostra è una prova di quello che succederà nei prossimi mesi” (ArtsLife)

Noi abbiamo fatto una scelta di opere che fossero in grado di raccontare, animare le nostre statue già all’interno della Galleria Borghese Così Francesca Cappelletti, direttrice di Galleria Borghese. (Newsby)

Con una operazione di indubbio impatto visivo, senza mai «sottrarsi» — sia che si tratti di opere monumentali sia che si tratti di interventi di piccole dimensioni — Hirst giganteggia dispiegando il suo, di fasto (neo) barocco. (Corriere della Sera)

«Archaelogy Now»: la prima grande mostra post Covid è di Damien Hirst

by A. Novelli Galleria Borghese – Ministero della Cultura Damien Hirst and Science Ltd by A. Novelli Galleria Borghese – Ministero della Cultura Damien Hirst and Science Ltd. (leggo.it)

Le tassidermie in formaldeide sono sicuramente tra le sue opere più controverse, anzitutto per l'uso degli animali nella produzione artistica. Damien Steven Hirst (Bristol, 1965) è un artista e imprenditore inglese, capofila del gruppo conosciuto come YBAs (Young British Artists). (Vivere Roma)

A farsi promotore di questa nuova ripartenza è Prada, che ha reso possibile l’apertura di Archaelogy Now di Damien Hirst, la prima grande mostra nell’era post Covid aperta presso la Galleria Borghese di Roma (Vanity Fair Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr