Emilia-Romagna, si liberano 2mila dosi di Pfizer: via alle prenotazioni libere

Emilia-Romagna, si liberano 2mila dosi di Pfizer: via alle prenotazioni libere
Corriere della Sera ECONOMIA

Ambito Rimini: giovedì 10 Riccione (centro commerciale Perla Verde), Bellaria (Palacongressi),venerdì 11 Rimini (fiera) Riccione (centro commerciale Perla Verde).

A tutto questo seguira un’attivita della struttura commissariale di bilanciamento di dosi dal punto di vista logistico»

Fin da oggi, a partire dalle 15, fa sapere l’Ausl Romagna per le vaccinazioni «last minute», è possibile prenotarsi per le serate di giovedì 10 e venerdì 11 giugno. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Si ricorda che i centri vaccinali in cui ricevere la vaccinazione a MRNA sono: il Palasalute di Imperia, il Drive Through e Stazione ferroviaria di Taggia, il Palabigauda di Camporosso ed ex palestra Gil di Ventimiglia. (IMPERIAPOST)

"Parliamo di un quantitativo assolutamente compatibile con le nostre scorte, questa indicazione del Cts non impatterà dunque sulla nostra campagna vaccinale, gli appuntamenti non subiranno slittamenti” Sono circa 37mila le seconde dosi di Astrazeneca programmate per le prossime settimane cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna secondo le indicazioni nazionali. (FoggiaToday)

L’azienda sanitaria locale precisa che «Eventuali ulteriori variazioni rispetto alle modalità di effettuazione degli Open Day e delle future giornate vaccinali potranno verificarsi in esito alle raccomandazioni ed alle disposizioni attese da parte del Comitato tecnico Scientifico» (La Stampa)

La Germania dice no al vaccino per bimbi e ragazzi sani nella fascia da 12 a 17 anni

Il dibattito sulla necessità di vaccinare i giovanissimi (in particolare la fascia 12-16 anni) tiene banco non solo in Italia ma in diversi Paesi d'Europa e del Mondo. Finora fra i vaccini in commercio solo per quello Pfizer è stato dato l'ok alla somministrazione nei bambini e ragazzi fra i 12 e 16. (IL GIORNO)

X. Si punta su Pfizer. L’accordo con il colosso americano c’è già: un acquisto di 900 milioni di dosi. Infatti, per ora, la terza dose sarebbe utilizzata per coloro che rischiano di più, quindi anziani, operatori sanitari e tutti coloro che svolgono lavori essenziali come le forze dell’ordine. (Io Donna)

Ecco perché l’Ema, continua, «ha scelto di non sconsigliare le somministrazioni per genere o fasce d’eta’, lasciando la decisione ai singoli Stati, in base alle loro esigenze». 3' di lettura. Sono in arrivo nuove prescrizioni del Comitato tecnico sull’utilizzo di AstraZeneca nelle fasce più giovani, a seguito dei dubbi tra gli esperti motivati dagli effetti avversi. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr