Messina, vasta operazione antidroga: decine di misure cautelari

Messina, vasta operazione antidroga: decine di misure cautelari
LaPresse INTERNO

(LaPresse) – La Polizia di Messina sta eseguendo decine di misure cautelari a carico di soggetti appartenenti a due pericolose organizzazioni criminali dedite al traffico di sostanze stupefacenti ed operanti nel rione cittadino di Giostra, divenuto teatro di un aspro scontro, anche armato, tra i gruppi delinquenziali degli Arrigo e dei Bonanno per il controllo del territorio e del redditizio mercato della droga. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altre testate

È stato nel corso di questa parentesi al Nucleo operativo radiomobile che Cardamone avrebbe commesso grossi illeciti. A questo punto i sospetti dei militari su chi avrebbe potuto rivelare la presenza della telecamera ricadono sul collega Cardamone. (Corriere della Calabria)

Maria Rita Bagalà, secondo l’ufficiale, con le sue competenze tecniche “aiuta e implementa la capacità e la potenza della cosca nel territorio” La misura finanziaria è stata poi revocata “a seguito dell’interdittiva antimafia che colpiva la Calabria Turismo Srl” nel 2016, ma il suo stesso ottenimento integra – per gli inquirenti – ulteriori reati. (AostaSera)

In manette è finita Maria Rita Bagalà, avvocato di 52 anni, nata a Lamezia Terme, ma residente nel capoluogo regionale. Oltre alla Valle d’Aosta, le altre misure sono state eseguite nel catanzarese, nei comuni di Lamezia Terme, Nocera Terinese, Falerna e Conflenti, nonché ad Arezzo e Cosenza (AostaSera)

Mafia, operazione Alibante: avvocato di Aosta agli arresti domiciliari

La ristrutturazione dell’Hotel dei Fiori. La società a luglio del 2006 inizia a muoversi per la ristrutturazione del rudere del plesso alberghiero “Hotel dei Fiori”, acquistando il terreno per 250mila euro. (Corriere della Calabria)

Secondo l’accusa, l’avvocato Maria Rita Bagalà, sotto la regia del padre Carmelo ”partecipava alla cosca”, garantendo ”l’amministrazione dei diversi affari illeciti”. 3 maggio, ha disposto 19 arresti con 43 indagati, risulta indagato anche l’avvocato aostano Andrea Giunti, marito dell’avvocato Maria Rita Bagalà, contro la quale sono stati disposti gli arresti domiciliari. (gazzettamatin.com)

Custodia cautelare ai domiciliari:. Maria Rita Bagalà, Lamezia Terme (52 anni);. Lamezia Terme (52 anni); Francesco Cardamone Vibo Valentia (40 anni);. Vibo Valentia (40 anni); Giovanni Costanzo Lamezia Terme (54 anni);. (gazzettamatin.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr