BPER Banca confermata Top Employer nel 2022

ilmessaggero.it ECONOMIA

(Teleborsa) - BPER Banca è fra i migliori datori di lavoro in Italia anche nel 2022.

La banca si conferma infatti "Top Employers Italia 2022" secondo la ricerca stilata annualmente dal Top Employers Institute, che analizza le eccellenze aziendali nelle politiche e strategie HR.

In Italia sono state certificate 131 aziende, di cui solo 10 nel settore bancario, mentre nel mondo i sono circa 1800 aziende Top Employer in 123 Paesi

E riconosce le Best Practices in sei macro aree: People Strategy, Engagement, Talent Acquisition, Learning, Well-being, Diversity & Inclusion e molti altri. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altri giornali

Questa certificazione viene assegnata dal Top Employers Institute, un ente che da 31 anni in tutto il mondo premia le società che gestiscono al meglio le risorse umane. «La certificazione Top Employers riconosce i valori, l’etica, l’integrità e la continua ricerca dell’eccellenza e dell’innovazione dell’organizzazione di Ma Group», ha detto la società in un comunicato. (Il Sole 24 ORE)

Rilasciato dopo un processo di valutazione in cui vengono analizzate le pratiche e le strategie di gestione delle Risorse Umane, il riconoscimento è stato assegnato a Ducati grazie anche alla Task Force Covid-19 messa a punto dalla Casa di Borgo Panigale (InSella.it)

La Certificazione Top Employers viene rilasciata alle aziende che raggiungono e soddisfano gli elevati standard richiesti dalla HR Best Practices Survey. Il Programma Top Employers ha certificato e riconosciuto 1. (MondoMobileWeb.it)

Tutte le informazioni su Top Employers Institute e sulla Certificazione Top Employers sono disponibili sul sito www.top-employers.com (Moto.it)

Tra i posti di lavoro a tempo indeterminato, 100 sono costituiti dagli operatori di magazzino presso il deposito di smistamento di Arzano, area metropolitana di Napoli, aperto nell’estate 2019, oltrepassando le stime iniziali di 30 posti di lavoro. (Il Fatto Vesuviano)

La lista per il 2022 comprende infatti Ducati, Hera, Ima, Lamborghini e Philip Morris Bologna, oltre che, in Emilia-Romagna, nomi come Bper, Ferrari, Chiesi, Credem, Marazzi o Iren (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr