Stop auto benzina e diesel, 100mila posti di lavoro in meno

RagusaNews ECONOMIA

La considerano una soluzione imprescindibile, assieme alla mobilità elettrica, per traguardare la decarbonizzazione dei trasporti in modo sostenibile anche sul piano economico, industriale, occupazionale e sociale.

E che è già alle prese con gli effetti della pandemia, quelli della crisi dei semiconduttori e con un’ormai cronico ritardo nella consegna di auto nuove.

In realtà, tutto questo gran daffare millantato finora non ha ottenuto il minimo risultato su qualità dell’aria, inquinamento atmosferico e clima

La svolta approvata dall’Europarlamento in scia alla guerra ucraina avrà conseguenze per tutto il settore automotive e per l’industria, che dovrà accelerare i tempi della sua transizione. (RagusaNews)

Su altre testate

Ma cosa ne pensano gli automobilisti? Inoltre, gli intervistati pensano che avremo il problema di come smaltire le batterie (84%) (Adnkronos)

(Adnkronos) -. Il Consiglio dei Ministri dell'Ambiente dei Paesi UE ha dato il via libera al blocco delle vendite di auto nuove a benzina e diesel dal 2035. Ma cosa ne pensano gli automobilisti? (Today.it)

In Italia ci sono novità su questo fronte, e in particolare sulla Gigafactory di Termoli, lo stabilimento voluto da Automotive Cells Company, società che coinvolge Stellantis, Mercedes e Total Energy, destinato a diventare il terzo polo europeo di produzione di batterie, dopo i siti di Francia e Germania. (Radio 24)

Il Consiglio Ambiente dell’Unione europea ha deciso in definitiva per lo stop delle auto a benzina e diesel dal 2035. Addio auto a benzina e diesel dal 2035, 70 mila posti di lavoro persi e col nuovo business delle gigafctory. (InvestireOggi.it)

L'Aie riporta che nello stesso anno le emissioni prodotte da attività umane sono state circa 50 gt. Quindi le auto circolanti in Europa producono l'1% delle emissioni globali. (ilGiornale.it)

L’impatto del maxi provvedimento dovrebbe influire al 100% sull’impatto climatico. Ieri notte c’è stato l’accordo dei ministri europei dell’ambiente che si sono riuniti in Lussemburgo per trovare l’accordo sul maxi provvedimento sul clima, il cosiddetto Fit for 55, che prevede lo stop alla vendita di auto a benzina e diesel nel 2035. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr