Conte, le pressioni dei big per un ruolo nel M5S. Ma lui aspetta il momento giusto

Conte, le pressioni dei big per un ruolo nel M5S. Ma lui aspetta il momento giusto
Per saperne di più:
Notizie - MSN Italia INTERNO

Troppo, per pensare che siano solo parole di circostanza.

L’idea ha fatto arrabbiare tanti tra i dem, ma non è escluso che Nicola Zingaretti trovi il modo di riproporla, quando sarà il momento

Aspettare il momen to giusto, mantenendo un profilo «istituzionale e rispettoso» del nuovo governo e poi tornare sulla scena.

C’è chi ritiene possibile la partecipazione dello stesso Conte alla corsa, magari per puntare alla presidenza del direttivo e chi invece medita sulla possibilità di modificare lo Statuto per ritagliare all’ex premier un ruolo «all’altezza per lui», di leader o padre nobile. (Notizie - MSN Italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Non è ancora noto il tema della lezione, che dovrebbe tenersi nell’aula Magna e che potrebbe essere in diretta streaming Ci torna davvero, all’università. (askanews)

Roma, 23 feb. Ci torna davvero, all'università. (Tiscali.it)

La risposta è che sono state varate una serie di spese bizzarre oltre che inutili e fra queste una serie di mance (bonus) a settori della società che hanno affossato i conti e non risolto per niente i problemi dei beneficiari come il bonus monopattino, bonus biciclette, bici a pedalata assistita, segway, hoverbord e monoruota, bonus baby-sitting, bonus colf e badanti, Reddito di emergenza, bonus facciate, bonus mobili, bonus verde, bonus caldaia, bonus idrico, bonus acqua potabile, bonus luce e gas, bonus affitto, bonus affitto studenti, bonus bebè, bonus figli universitari, Bonus nido, bonus nascita, bonus mamma, bonus mamme single, bonus matrimonio, bonus animali domestici, bonus vacanze, bonus pagamenti elettronici, bonus auto, bonus Tv, bonus occhiali, bonus smartphone, bonus libri, bonus docenti, bonus edicole, bonus pubblicità, bonus chef, bonus elettrodomestici ecc. (La Voce di New York)

Super Mario ci libera da Rocco. Ecco il peggio della settimana

Un Di Maio votato alla trasparenza a oltranza e al mantenimento della linea, che almeno nelle sue intenzioni doveva essere quella della coerenza. Il post di Di Maio, invece, appena 18.124 segnali di assenso (ben oltre 400mila in meno rispetto a Conte), 2.379 commenti, e 1.752 condivisioni. (Stylo24)

È forse questo che ha indotto il Quirinale a dare quell’incarico esplorativo al Presidente della Camera che, gettata la spugna, ha aperto la strada a Mario Draghi, il quale con poche parole e senza mai rivolgersi al popolo oggi è Presidente del Consiglio al posto di Conte? Forse è anche per questo che Mario Draghi ha trovato la strada spianata (Avanti!)

Grazie, grazie per aver confermato agli Esteri Luigi Di Maio, almeno lui, con i suoi strafalcioni, ci darà certamente soddisfazioni anche se il suo ruolo è quasi marginale, inutile. Grazie super Mario! (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr