Avellino, assalti a banche e uffici postali con ordigni esplosivi

Avellino, assalti a banche e uffici postali con ordigni esplosivi
La Nuova Sardegna INTERNO

Il blitz dei militari dell'Arma, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare del gip di Avellino, su richiesta della procura, si è svolto, oltre che nella stessa provincia di Avellino, in quelle di Foggia, Lecce e Palermo.

Sono accusati di aver fatto parte di una banda che assaltava banche e uffici postali utilizzando "ordigni esplosivi ad alto potenziale": nove persone sono state arrestate dai carabinieri di Avellino, su disposizione della magistratura irpina. (La Nuova Sardegna)

Ne parlano anche altri media

I nove sono accusati di far parte, a vario titolo, di un’associazione per delinquere finalizzata a commettere furti Il blitz dei militari dell’Arma, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Avellino, su richiesta della procura, si è svolto, oltre che nella stessa provincia di Avellino, in quelle di Foggia, Lecce e Palermo (La Gazzetta del Mezzogiorno)

L'operazione è in corso tra le province di Avellino, Foggia, Lecce e Palermo nei confronti dei presunti componenti di una banda dedita ad assalti a sportelli automatici. I destinatari del provvedimento restrittivo devono rispondere, in concorso e a vario titolo, di numerosi furti o tentati furti, che hanno fruttato svariate migliaia di euro (Gazzetta del Sud)

(Unioneonline/v.l Sono accusati di aver fatto parte di una banda che assaltava banche e uffici postali utilizzando "ordigni esplosivi ad alto potenziale": nove persone sono state arrestate dai Carabinieri di Avellino, su disposizione della magistratura irpina. (L'Unione Sarda.it)

Presa la banda degli assalti a banche e uffici postali con le bombe

marmotta” (strumento artigianale in metallo, di forma schiacciata dotato di una lunga asta/impugnatura, utilizzato dai malviventi per introdurre l’esplosivo nel distributore automatico). (LecceSette)

Link Sponsorizzato. I colpi sarebbero stati messi a segno tra luglio 2020 e gennaio 2021 mediante l’utilizzo di esplosivo ad elevato potenziale con la tecnica della “marmotta” (strumento artigianale in metallo, di forma schiacciata dotato di una lunga asta/impugnatura, utilizzato dai malviventi per introdurre l’esplosivo nel distributore automatico) (Corriere Salentino)

Il blitz dei militari, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare del gip di Avellino, su richiesta della procura, si è svolto, oltre che nella stessa provincia di Avellino, in quelle di Foggia, Lecce e Palermo (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr