MotoGP, GP Aragon: il Bello, il Brutto e il Cattivo

MotoGP, GP Aragon: il Bello, il Brutto e il Cattivo
Per saperne di più:
GPOne.com SPORT

Lode a Mir, primo degli altri, in una giornata dove Quartararo scompare e si affaccia alla parte alta della classifica il volto sorridente di Bastianini.

LA SORPRESA – Buttato nella mischia senza preavviso e scaricato nello stesso modo, Iker Lecuona è il brutto anatroccolo della MotoGP

IL BELLO – Dopo una gara così, con dei sorpassi così, contro un Marquez così, con una vittoria così… Bagnaia è bello così. (GPOne.com)

La notizia riportata su altri giornali

La vittoria, prima in carriera in MotoGP di Pecco Bagnaia, permette al Ducatista di tornare al secondo posto alle spalle di Fabio Quartararo e di rosicchiargli qualche punticino in ottica mondiale. Nonostante l’ottava posizione in gara, il pallino del mondiale rimane sempre nelle mani di Quartararo a meno di clamorosi cataclismi. (Motosprint.it)

MotoGP: le pagelle del GP di Aragon 2021, al MotorLand. Francesco Bagnaia: 10 e lode. Una prima vittoria di quelle indimenticabili. Quartararo desolante. Il GP di Aragon 2021 classe MotoGP ha regalato a Pecco Bagnaia il primo successo nella classe regina in carriera in sella alla Ducati e di un pilota italiano nel 2021. (TIMgate)

Gli ultimi quattro giri sono stati difficilissimi e non vedevo l’ora la gara finisse, perché Marc continuava a tentare di passarmi Prima vittoria in carriera in MotoGP per Francesco Bagnaia (Lenovo Ducati) nel GP di Aragon di oggi, 13° round del Motomondiale 2021. (Motoblog)

MotoGP, Quartararo: “Perso qualche punto ad Aragon, non è un disastro”

E da adesso può cambiare tutto Contro questo Marquez che non gli ha dato tregua fino all’ultimo bisognava essere perfetti, e Pecco lo è stato. (La Gazzetta dello Sport)

La gara è stata poi trasmessa in differita su TV8 alle ore 20.30, raccogliendo 736mila appassionati ed il 3,7% di share. MotoGP e Formula 1. (GPOne.com)

Prima del Sachsenring avevo 10 punti di vantaggio, mentre quando sono arrivato ad Aragon erano oltre 60. Non si possono sempre guadagnare punti, anche se l’obiettivo è vincere” (Motosprint.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr