Pd, Del Vecchio: “Chiedo a Carmine Valentino di rassegnare le dimissioni”

Pd, Del Vecchio: “Chiedo a Carmine Valentino di rassegnare le dimissioni”
NTR24 INTERNO

Raffaele Del Vecchio membro dell’Assemblea nazionale PD.

Qualsiasi iniziativa tesa a ripristinare un minimo di correttezza e di rispetto del pluralismo viene liquidata con disprezzo ed arroganza.

Vige una totale assenza di regole, di trasparenza e di controllo statutariamente garantiti”.

“Chiedo a Carmine Valentino di rassegnare le dimissioni dalla carica di Segretario provinciale.

Quello che è accaduto poi in occasione dell’Assemblea provinciale di ieri – conclude Del Vecchio – è inaudito

(NTR24)

Ne parlano anche altre fonti

Antonio Mastrovincenzo, Stefano Bornigia e Manuela Bora. «E’ tempo di avviare una nuova fase costituente del centro sinistra a Jesi – ha detto il segretario dem Stefano Bornigia -. «Questa Amministrazione ha dimostrato di avere nessuna capacità di programmazione, vedi il Pums presentato a un anno dalla scadenza del mandato. (QDM Notizie)

Quanto dal sottoscritto dichiarato sulla illegittimità del provvedimento adottato dalla Commissione Regionale è stato confermato dal Nazionale. – continua sotto –. Lo rende noto il coordinatore cittadino dei Dem aversani, Francesco Gatto: “Apprendo con piacere e grande soddisfazione della deliberazione adottata dalla Commissione di Garanzia Nazionale del Pd sul nostro ricorso. (PUPIA)

Fina, Catena e Marinelli sottolineano che “la condivisione di priorità e strategie è fondamentale per incrementare il valore dei progetti, e dotarli di un respiro maggiore, indispensabile per inserirli nella programmazione nazionale. (Vasto Web)

Quelli del Pd sono gli unici elettori di sinistra europei a volere i confini aperti

Una gestione padronale e autoritaria che ha allontanato dal Partito la maggior parte dei nostri Amministratori locali e dirigenti politici. Quello che è accaduto poi in occasione dell’Assemblea provinciale di ieri è inaudito. (anteprima24.it)

Il congresso si farà ad ottobre probabilmente in forma di primarie e con la massima apertura. Un congresso aperto potrebbe anche permettere di fare entrare aria nuova ma i maggiorenti preferiscono l’odore del vecchio che conoscono meglio (il Resto del Carlino)

Gli elettori dei partiti di sinistra europei sono in maggioranza favorevoli alla chiusura dei confini, tranne quelli del Partito Democratico italiano. Poco cambia: “Il 62% delle categorie socio-professionali inferiori “ritiene che ci siano troppi immigrati nel proprio Paese” (Il Primato Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr