Scuole a Messina: ricorso al Tar su ordinanza sindaco De Luca

Scuole a Messina: ricorso al Tar su ordinanza sindaco De Luca
Gazzetta del Sud - Edizione Messina INTERNO

E' rivolta da parte dei sindaci.

Ma intanto il comitato “scuola in presenza” impugna l'ordinanza di Cateno De Luca al Tar.

La Regione riapre le scuole che rimangono chiuse in decine di comuni a cominciare da Messina.

Riflettori puntati sul governo che ha già impugnato il provvedimento di De Luca campano

(Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Se ne è parlato anche su altri media

La Campania ben potrebbe cercare un ruolo di protagonista nella costruzione di uno schieramento meridionale unito da un comune interesse. Con apprezzabile rapidità il Tar Campania si è pronunciato sull’ordinanza del presidente De Luca che rinviava in Campania al 29 gennaio la riapertura in presenza di scuole materne, elementari e medie. (La Repubblica)

E questa gestione sconsiderata di un animale spesso tenuto in solitudine in bocce di vetro vietate e comprare viagra in palermo negli acquari insieme a specie di pesci di cui non gradisce la presenza solo i rossi ornamentali possono stare negli acquari tipo oranda, chicco di riso, ranchu), ma la sola compagnia che gradiscono è quella dei loro simili, non di pesci di altre specie. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

20/2022 in data 10 gennaio 2022, la fattispecie in esame è già normata a livello nazionale con disposizioni di rango primario (art. 16, primo comma, del decreto legge n (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Scuole, il Tar sospende l'ordinanza di chiusura del sindaco De Luca: si torna in classe

Il tribunale amministrativo ha accolto la richiesta del comitato “Scuola in presenza”. (Lettera Emme)

I legali di tre famiglie messinesi hanno ottenuto la sospensione della nostra ordinanza di chiusura delle scuole! Il presidente del tribunale amministrativo regionale di Catania Daniele Burzichelli ha infatti accolto il ricorso presentato dal Sip Comitato scuola in presenza, tramite i legali Armando Hyerace, Aurelio Rundo Sutera e Massimo Nicola Marchese. (MessinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr