Vaccini, oggi le conclusioni su rischio trombosi di AstraZeneca. L’Ema valuta il rispetto degli standard etici per Sputnik

La Stampa INTERNO

Coronavirus, Crisanti: "AstraZeneca vaccino tra i più sicuri.

Sono cinque su 10mila, 500 su un milione, ovvero 500 volte in più degli eventi avversi di AstraZeneca”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Andrea Crisanti: “Sono più numerosi i casi fatali di trombosi venosa profonda in aereo.

La prossima settimana, invece, avvierà un'indagine per verificare se durante la sperimentazione clinica del vaccino russo Sputnik V siano state violate le norme etiche e scientifiche concordate a livello internazionale. (La Stampa)

Su altri media

Nella “Serenissima” Repubblica, i cittadini che si vaccinano con Sputnik V, circa 10.000, previo consenso, vengono monitorati per la risposta anticorpale in occasione della seconda dose vaccinale e a tre settimane di distanza da essa. (Estense.com)

Tuttavia, ha aggiunto, bisogna stare molto attenti che questo non si trasformi in un “dibattito miraggio”, ha detto a WDR5, dichiarazioni riprese da dpa e dai media tedeschi. “Ho dichiarato al Consiglio europeo dei ministri della Sanità che avremo colloqui bilaterali anche con la Russia, prima di tutto su quando e quali quantità potrebbero arrivare”, ha detto Spahn (LaPresse)

"I vaccini, giunti scortati dalle Forze dell’Ordine, sono poi stati subito caricati dal personale ISS negli appositi frigoriferi, uno dei quali acquistato nelle settimane scorse dall’Istituto proprio in previsione dell’arrivo delle 37mila dosi di vaccino anti Covid. (Libertas San Marino)

Reithera e Sputnik, parte la sperimentazione a Ferrara

Infine, sono 437 le persone seguite al domicilio. E questo soprattutto grazie alle 78 guarigioni riscontrate nelle ultime 24 ore, a fronte di 39 nuovi positivi. (San Marino Rtv)

Era dal 23 marzo che i positivi attivi in Repubblica non scendevano sotto quota 500. Infine, sono 437 le persone seguite al domicilio. (San Marino Rtv)

Manca poco all’avvio della sperimentazione del vaccino Reithera a Ferrara. Intanto un secondo gruppo di lavoro dell'Università di Ferrara sta per testare lo Sputnik V, il vaccino prodotto in Russia (La voce di Rovigo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr