Boris Johnson tenta il rilancio: rimpasto di governo per uscire dal pantano Covid

L'HuffPost ESTERI

Leon Neal via Getty Images LONDON, ENGLAND - SEPTEMBER 15: Michael Gove, Minister for the Cabinet Office and Chancellor of the Duchy of Lancaster, arrives in Downing Street on September 15, 2021 in London, England

Rob Pinney via Getty Images LONDON, ENGLAND - SEPTEMBER 14: Foreign Secretary Dominic Raab leaves 10 Downing Street on September 14, 2021 in London, England.

(Photo credit should read Wiktor Szymanowicz/Barcroft Media via Getty Images). (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri giornali

Ma ha aggiunto che non introdurli al momento ”è il giusto equilibrio” in base ai dati attuali. Il tasso dei ricoveri e lo stato generale del servizio sanitario nazionale, ha risposto Witthy, chief medical officer dell’Inghilterra (L'HuffPost)

LEGGI ANCHE Leicester-Napoli, l'ambasciata: «La deroga non è ancora ufficiale». Come confermato da Sky Sport, il Napoli ha ricevuto in queste ore rassicurazioni dalla Uefa: i tre calciatori in questione, una volta arrivati nel Regno Unito domani pomeriggio, potrebbero solo effettuare un ulteriore tampone di controllo rispetto al resto del gruppo (ilmattino.it)

I dati dell’influenza 2018-19:. “Il CDC stima che l’influenza sia stata associata a oltre 35,5 milioni di casi, oltre 16,5 milioni di visite mediche, 490.600 ricoveri e 34.200 decessi durante la stagione influenzale 2018-2019. (Come Don Chisciotte)

Rilancio della campagna vaccini anti covid, test e monitoraggio delle varianti, poche restrizioni e nessun lockdown, terza dose ai fragili. Il governo britannico ha annunciato che prevede di vaccinare con una terza dose circa 30 milioni di persone. (Tiscali Notizie)

Al momento il numero di ricoveri negli ospedali del Regno Unito si aggira attorno agli 8.500, ben al di sotto dei 40 mila pazienti della seconda ondata di Covid La terza dose ricadrà principalmente sul vaccino Pfizer e Moderna, apparentemente più efficaci quando utilizzati come richiamo, mentre il vaccino AstraZeneca sarà garantito a coloro che non potranno ricevere un vaccino RNA per motivi clinici. (Rai News)

Con l’arrivo della stagione fredda l’Inghilterra ha deciso di seguire una strategia diversa dall’Italia. L’infettivologo Andreoni: «Fare come loro sarebbe un grave errore. La certificazione verde è uno strumento che si basa su dati scientifici» (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr