Più contagi, ricoveri e terapie intensive: in netto ritardo richiami da fare entro fine anno Le foto

Più contagi, ricoveri e terapie intensive: in netto ritardo richiami da fare entro fine anno Le foto
Termoli Online SALUTE

·L'elenco dei nuovi casi per 100.000 abitanti dell'ultima settimana suddivisi per provincia:. Isernia 90. Campobasso 38. Il monitoraggio della Fondazione Gimbe rileva, nella settimana 17-23 novembre, un aumento dei nuovi casi che interessa tutte le regioni a eccezione della Basilicata.

Monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe con analisi su andamento epidemia, forniture e somministrazioni, nuovi vaccinati, coperture e terza dose. (Termoli Online)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Covid in Italia: allarme in 18 province. Covid monitoraggio Gimbe: "Contagi in aumento da 5 settimane". (Virgilio Notizie)

Lo rileva il monitoraggio della Fondazione Gimbe relativo alla settimana 17-23 novembre 2021, rispetto alla precedente. (L'HuffPost)

Sul fronte dei vaccini restano stabili a quota 127 mila le prime dosi somministrate nell'ultima settimana. Ciò premesso, considerato che ad oggi sono già state somministrate 3,91 milioni di dosi booster e 764 mila dosi aggiuntive, entro il 31 dicembre dovrebbero essere somministrate sino a 22,62 milioni di terze dosi, pari appunto a una media di oltre 610 mila somministrazioni al giorno (Rai News)

Covid, report Gimbe: ‘Crescono i casi, ricoveri e morti. Richiami vaccinali in netto ritardo

Gimbe registra una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (218) e si evidenzia un aumento dei nuovi casi (54,4%) rispetto alla settimana precedente che, ora, sono 136 per 100.000 abitanti. (Trentino)

In 92 province si registra un’incidenza pari o superiore a 50 casi per 100.000 abitanti: in Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte e Veneto tutte le province superano tale soglia. (Corriere Romagna)

Sale anche il numero delle persone in isolamento domiciliare che fanno registrate un +25,6% (+30.408, 149.353 contro 118.945) e quello dei casi attualmente positivi (+25%). Crescono i casi e aumentano anche i ricoveri in terapia intensiva e i decessi, con l’incidenza che inizia a raggiungere livelli preoccupanti in 18 province. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr