L'Italia vince la scommessa della ripresa (per ora)

Money.it ECONOMIA

L’upgrade arriva dopo che S&P Global Ratings in ottobre ha portato l’outlook dell’Italia da stabile a positivo, confermando il suo rating BBB, dopo essere stata l’ultima grande agenzia ad aumentare la valutazione dell’Italia nel 2017.

Fitch ha evidenziato che si aspetta un’economia italiana in crescita di un robusto 6,2% nel 2021, più velocemente di quanto previsto in precedenza.

La nazione italiana, quindi, incassa una piena promozione sui conti e sulla fiducia (per ora). (Money.it)

Ne parlano anche altre fonti

Inoltre la "forte ripresa economica" dell'Italia ha avuto un effetto sui conti pubblici del nostro Paese. Sempre nella stessa nota Fitch spiega che, secondo i loro calcoli, il Pil italiano crescerà quest'anno del 6,2%. (Fanpage)

Questo risultato è molto importante anche dal punto di vista della finanza pubblica in quanto, unitamente all’oculata gestione della stessa, consente di conseguire una riduzione significativa del rapporto debito/PIL già a partire da quest’anno. (Milano Finanza)

L’agenzia alza il rating da BBB- a BBB con outlook stabile e parla di una ripresa economica “robusta”, stimata nel 2021 al +6,2% e al 4,3% nel 2022. Vede rosa per il Belpaese anche l’Istat: l’istituto prevede un pil in aumento del 6,3% quest’anno, al di sopra quindi del +4,7% previsto solo in giugno. (L'HuffPost)

Questa è la via maestra per uscire" dalla crisi della pandemia, "perché se hai un livello così alto di debito, la crescita è la prima via d'uscita". Lo ha detto il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni, parlando a Roma alla 7/ma edizione dei Med Dialogues (Sky Tg24)

L’agenzia alza il rating da BBB- a BBB con outlook stabile e parla di una ripresa economica “robusta”: +6,2% nel 2021 e +4,3% nel 2022. La ripresa sostenuta aiuterà anche i conti pubblici: il deficit è infatti stimato all’8,9% nel 2021, in deciso miglioramento rispetto alla precedente stima dell’11,4%. (Il Fatto Quotidiano)

In questo modo sono allontanati i pericoli piuttosto gravi riguardo settore patrimoniale e finanziario nazionale, cioè di default. Ciò è avvenuto quando l’agenzia aveva rilasciato un report sui vantaggi del Recovery Plan allo scopo di consolidare la crescita (Ultime notizie dall'Italia e dal mondo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr