Scattano i contributi per i negozi di vicinato

Il Friuli ECONOMIA

E' stato pubblicato il bando per la concessione di contributi a fondo perduto per il mantenimento degli esercizi di vendita di vicinato.

Le microimprese che esercitano la vendita al dettaglio di vicinato con superficie fino a 250 metri quadrati ubicati nei Comuni della regione con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e nelle frazioni dei Comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti, potranno quindi fare domanda di contributo a fondo perduto a partire dal 25 ottobre. (Il Friuli)

Su altre fonti

L’importo del contributo per ciascun beneficiario è di mille euro, mentre la dotazione finanziaria complessiva ammonta a 50mila euro Le domande per accedere al contributo possono essere presentate entro il 2 novembre, solo ed esclusivamente a mezzo Pec, all’indirizzo [email protected] (Positanonews)

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 20 Ottobre 2021 @ 13:40. Le Fiamme Gialle di Avezzano hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo ai fini della confisca per equivalente, per un valore di circa 80mila euro. (Notizie Ascoli e Provincia Picena. Cityrumors)

Sono riconosciuti contributi a fondo perduto – in regime de minimis – a sollievo dei costi di funzionamento di unità locali di esercizi di vendita di vicinato ubicati:. nei Comuni della Regione FVG aventi una popolazione non superiore a 5.000 abitanti. (Confcommercio Udine)

La semplificazione procedimentale introdotta mira a garantire l’effettivo supporto alle realtà degli esercizi di vicinato che, per il bando in esame, potranno presentare domanda dal 25 ottobre al 22 novembre prossimi”. (Roberto Mattiussi - CafèTV24)

Inoltre, per il realizzato indebito vantaggio patrimoniale, alle due società è stato contestato l’illecito amministrativo di cui agli artt 640 (Truffa), 640 bis (Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche), 648 c. (Giornale di Montesilvano)

Sul sito del Comune nuovo bando con cui l’amministrazione offrire sostegno economico, una tantum e a fondo perduto, a imprese e associazioni sportive della filiera dei servizi alla persona, del commercio, turismo e sport, penalizzate dall’emergenza Covid. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr