Oracle vs Google, la Corte Suprema è per il fair use

Oracle vs Google, la Corte Suprema è per il fair use
Punto Informatico ECONOMIA

Nella lunga disfida legale tra Google e Oracle sulle API Java c’è infine un vincitore: si tratta di Google, che esce con in tasca la ragione grazie alla decisione firmata dalla Corte Suprema USA.

Nel 2016 la ragione era nelle mani di Google, che era riuscita ad imporre la logica del “fair use”

Oracle vs Google, vince il fair use. L’ultimo nodo è stato sciolto dalla Corte Suprema che, a firma del giudice Stephen Breyer (pdf), ha messo nero su bianco una decisione la cui importanza va ben oltre la sola disputa tra le due aziende. (Punto Informatico)

Ne parlano anche altri giornali

Quando è nato Android, Google ha usato varie API di Java per semplificare lo sviluppo di nuove applicazioni di Android. Era il 2010 quando Oracle, dopo aver acquisito il produttore di Java Sun Microsystems, denunciò Google per aver usato delle API di Java all'interno di Android; oltre 11 mila linee di codice. (DDay.it - Digital Day)

Ad ogni modo, vi terremo aggiornati circa questo contrasto che va avanti ormai dal 2010 La Corte Suprema si è espressa in favore di Google. (Androidworld)

La Corte suprema degli Stati Uniti ha dato ragione a Google e respinto un’azione legale di Oracle, che aveva denunciato il colosso di Mountain View per una presunta violazione dei diritti d’autore sul software usato dal sistema operativo di smartphone Android. (Corriere della Sera)

Google, battaglia vinta contro Oracle. La Corte Suprema: «Nessuna violazione del copyright»

La mancanza di questa certificazione è diventata un problema per le operazioni cloud di Google, in quanto ha limitato le forniture alle grandi aziende che utilizzano il software di database Oracle. D’altra parte, per anni Oracle ha rifiutato di certificare il suo software dedicato ai database, prodotto di riferimento nel mercato internazionale, per il cloud di Google. (CorCom)

Oracle compete con Google nell’offerta di soluzioni cloud per l’hosting delle applicazioni. In base alle informazioni ricevute dalla CNBC, Google sostituirà il software finanziario di Oracle con la corrispondente soluzione offerta da SAP. (Punto Informatico)

La Corte Suprema americana regala a Google una vittoria storica per l'industria del software, stabilendo che Mountain View non ha infranto i brevetti di Oracle per lo sviluppo del suo sistema operativo Android. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr