Tiramisu World Cup: vincono il veneziano Stefano Serafini ed Elena Bonali

Tiramisu World Cup: vincono il veneziano Stefano Serafini ed Elena Bonali
VeneziaToday CULTURA E SPETTACOLO

«Amo sperimentare e questa volta sono stata premiata - ha raccontato Bonali - .

Per la ricetta originale, gli altri finalisti erano: Elisa Orfei di Treviso, Nicola Ottaviani di Verona (vincitore anche del Premio Hausbrandt per la miglior valorizzazione dell’ingrediente caffè)

E’ una ricetta che nasce dall’estate italiana, con il prosciutto crudo tostato e il melone e i Pavesini».

sfidarsi a colpi di mascarpone e savoiardi - ha commentato Francesco Redi, organizzatore della rassegna - . (VeneziaToday)

Su altri giornali

Quella della ricetta originale, come stabilito dall'Accademia della Cucina italiana: uova, mascarpone, zucchero, savoiardi, caffè e cacao. Domenica 10 ottobre a Treviso il gran finale per la competizione che celebra il dolce al cucchiaio più famoso nel mondo (UdineToday)

Nella categoria «ricetta originale» ha vinto un dessert a forma di cuore. In quella «creativa» una versione con prosciutto e melone (Corriere della Sera)

sfidarsi a colpi di mascarpone e savoiardi - ha commentato Francesco Redi, organizzatore della rassegna - . La qualità dei Tiramisù realizzati in gara è stata davvero alta: complimenti a tutti e un grazie profondo a chi da oramai cinque anni ci segue in questa avventura». (VeronaSera)

Il campione del mondo di tiramisù: «Da 30 anni cucino in giacca e cravatta»

O almeno, una residente in Belgio visto che Elena Bonali vive a Brasschaat, ad Anversa, ma è originaria di Milano. Insegnante di nuoto, vive in Belgio ma è nata a Milano. (Sky Tg24 )

Per la ricetta originale, gli altri finalisti erano: Elisa Orfei di Treviso, Nicola Ottaviani di Verona (vincitore anche del Premio Hausbrandt per la miglior valorizzazione dell’ingrediente caffè) La qualità dei Tiramisù realizzati in gara è stata davvero alta: complimenti a tutti e un grazie profondo a chi da oramai cinque anni ci segue in questa avventura». (Udine20 2020)

Quando si suol dire che l’allievo supera il maestro. «Il mio tiramisù è un gesto d’amore e di condivisione. «Il giorno della finale, che si è disputata il 10 ottobre a Treviso, ho tolto la giacca perché faceva caldo – spiega il campione Stefano Serafini – ma camicia e cravatta sono la mia divisa, da sempre». (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr