Lewis Hamilton, una dolorosa confessione: "Pensavo solo a Verstappen". Il giorno in cui si è giocato il mondiale?

Lewis Hamilton, una dolorosa confessione: Pensavo solo a Verstappen. Il giorno in cui si è giocato il mondiale?
Più informazioni:
LiberoQuotidiano.it SPORT

Verstappen, l'ultima bordata a Lewis Hamilton: tensione alle stelle. “Sono stato troppo frettoloso e aggressivo andare nella ghiaia mi ha fatto molto male.

Lewis Hamilton finì nella ghiaia rischiando di concludere anzitempo il Gran Premio dell’Emilia Romagna.

24 novembre 2021 a. a. a. La sfida tra Max Verstappen e Lewis Hamilton in Formula 1 sta accendendo il finale del Mondiale.

Lewis Hamilton, tutto facile in Qatar: mondiale riaperto, fregatura in vista per Verstappen?

Nelle ultime gare del Mondiale Hamilton dovrà essere molto accorto nel momento in cui si troverà fianco a fianco con Verstappen: “Devo essere furbo ed evitare una collisione

(LiberoQuotidiano.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Quindi devo essere sempre pronto a evitare una collisione, a tutti i costi, anche se questo significa andare largo. “Devo solo essere molto, molto cauto, più cauto che mai. (IlNapolista)

Ma anche quello che sta facendo Lewis è assolutamente eccezionale“, ha concluso Prost Sarebbe davvero fantastico se Max vincesse il Mondiale, perché è un ragazzo giovane e lo merita davvero per quello che ha fatto fin dall’inizio. (FormulaPassion.it)

Se fai questo, nessuno può negare ciò che alla fine sei riuscito a realizzare". Se si evitano collisioni, nessuno può negare che sei uno dei migliori" (Corriere dello Sport.it)

Hamilton: quale ruolo avrà in Mercedes dopo il ritiro?

Un comportamento che ha colpito anche un collega e amico dell’olandese come Nico Hulkenberg, che lo scorso anno ha anche ‘rischiato’ di diventare compagno di Verstappen, prima dell’annuncio di Sergio Perez come secondo pilota Red Bull. (FormulaPassion.it)

Alla domanda su come si avvicina a piloti come Verstappen, che non ha certo paura di tirare fuori i gomiti, Hamilton ha detto: "Devi essere molto, molto prudente. Devi sempre essere pronto a evitare una collisione a tutti i costi, anche se significa andare largo, perché alla fine l'obiettivo è chiudere la gara, giusto?". (Motorsport.com, Edizione: Italia)

Sappiamo che il pilota britannico non ama il simulatore, ma è perfettamente consapevole di quanto importante sia questo strumento di simulazione quando si devono scoprire tracciati dove la Formula 1 non ha mai corso. (Motorsport.com, Edizione: Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr