Docenti vincolati chiedono al Ministero abrogazione dei vincoli di mobilità e assegnazioni provvisorie

Docenti vincolati chiedono al Ministero abrogazione dei vincoli di mobilità e assegnazioni provvisorie
Orizzonte Scuola INTERNO

La dottoressa Capasso si è rivelata molto disponibile e ha dichiarato di aver ben compreso la problematica, che si sarebbe premurata di riferire immediatamente alla segreteria del ministro.

Durante questo incontro abbiamo presentato le nostre istanze relative all’abrogazione del vincolo sulla mobilità e sulle assegnazioni provvisorie, evidenziando come la problematica degli esodi da nord a sud non sia preponderante nella nostra categoria, ragion per cui la concessione dei trasferimenti e della mobilità annuale non andrebbe a gravare in maniera rilevante su tale criticità. (Orizzonte Scuola)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La vaccinazione di maestri e professori, bidelli e amministrativi di scuola è alta - 84,85 per cento la prima dose, 75 per cento immunità completa - ma non è ancora distribuita nel Paese e, soprattutto, non in grado di garantire la didattica in presenza da metà settembre, avvio del prossimo anno scolastico. (La Repubblica)

L'INTERVENTO Scuola, l'allarme dei sindacati: «Trasporti,. PODCASTascolta Bambini e smartphone: i consigli degli esperti contro la. Per riaprire gli istituti in presenza e in totale sicurezza serve l'obbligo del vaccino per il personale scolastico. (Il Messaggero)

Per Giannelli bisogna dunque valutare una forma di obbligo per riaprire le scuole in sicurezza, nel caso anche negare l’insegnamento in presenza Per riaprire la scuola “in presenza e in totale sicurezza serve l’obbligo del vaccino per il personale scolastico“. (Blitz quotidiano)

«Obbligo di vaccinazione per i professori»

Dalle ultime dichiarazioni il ministro Bianchi ha recepito il messaggio e mi sembra che stiamo andando nella giusta direzione. Se c’è il rischio di infettare le persone delle due l’una: o mettiamo l’obbligo di vaccinare o, se lasciamo libertà di scelta, allora chi non si vaccina non può insegnare. (Il Dubbio)

La predisposizione dell’atto di indirizzo, scaturita, nella prima parte dell’anno scolastico, da una conoscenza del contesto scuola derivante quasi esclusivamente dallo studio dei documenti identificativi dell’istituzione scolastica, (PTOF, RAV, PDM dei precedenti anni scolastici) nonché da una prima osservazione dei processi organizzativi in atto e dell’impegno delle risorse professionali all’interno di tali processi, come scrive […] (Orizzonte Scuola)

In tal caso non è dovuta, per il periodo di sospensione dall’impiego, alcuna retribuzione, né altro compenso o emolumento comunque denominato». Infine, fino al completamento del ciclo vaccinale, il personale «non può essere adibito a mansioni che comportino il rischio di diffusione del contagio». (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr