Omelia di S.E. Mons. Mario Russotto. Dal Vangelo secondo Luca 24,46-53. Domenica 29 maggio

il Fatto Nisseno ESTERI

Mentre li benediceva, si staccò da loro e fu portato verso il cielo.

E io manderò su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall’alto».

Ed essi, dopo averlo adorato, tornarono a Gerusalemme con grande gioia;. e stavano sempre nel tempio lodando Dio

Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse.

Dal Vangelo secondo Luca 24,46-53. (il Fatto Nisseno)

La notizia riportata su altri media

Gesù non è andato lontano o in alto o in qualche angolo remoto del cosmo. Ora Gesù può tornare al Padre, rassicurato di avere acceso amore sulla terra. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr