Algoritmo antievasione: come funziona

Ipsoa ECONOMIA

2016/679 non arrechino un pregiudizio effettivo e concreto all'obiettivo di interesse pubblico di prevenzione e contrasto all'evasione fiscale.

Ovviamente l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di finanza, in qualità di titolari del trattamento, trattano esclusivamente i dati personali indispensabili ed effettuano le operazioni di trattamento strettamente necessarie al raggiungimento delle finalità stesse. (Ipsoa)

Ne parlano anche altri giornali

Punto di partenza di tali attività è costituito dai dati presenti dell’Archivio dei rapporti finanziari, che costituisce il nucleo centrale più delicato e sensibile dell’intera Anagrafe tributaria. 28 giugno 2022 del Ministero dell’Economia e delle finanze, attuativo delle nuove analisi di rischio basate sull’interconnessione fra le banche dati dell’Anagrafe tributaria di cui all’art. (Ipsoa)

Inoltre bisognerà capire quale sarà la soglia di scostamento che sarà fissata per far scattare l’alert: l’algoritmo è efficace se serve a scovare evasori totali o grandi evasori. Se invece diventa un’arma ispettiva di massa, diventerebbe controproducente e fonte di ulteriore inutile contenzioso” (iLMeteo.it)

Da tempo l'Agenzia dell'Entrate ha dichiarato guerra agli evasori e ora è pronta a dotarsi di un algoritmo per andare a caccia dei furbetti del Fisco. A presentare questo nuovo strumento di contrasto è stata la circolare 21/E emessa il 20 giugno scorso: vediamo come funziona. (La Stampa)

Dati, fatti e opinioni forti: le sfide della settimana per l’economia e i mercati in un mondo instabile. L’algoritmo antievasione è qualcosa di inedito e più profondo: potrà mettere in connessione tutti i dati presenti su web e banche dati digitali. (Corriere della Sera)

Un software per incrociare conti, case e redditi a caccia dei furbetti. Con il decreto firmato dal ministro Franco partirà il nuovo strumento in mano alle Entrate che permetterà di incrociare i dati in modo anonimo a caccia di eventuali anomalie (la Repubblica)

questo il nome della creatura, si immergerà nelle diverse basi dati dell’anagrafiche tributaria che spaziano dalle dichiarazioni fiscali, ai patrimoni immobiliari e mobiliari fino alle cryptovalute. In parole molto semplici: la possibilità di intervenire è una cosa, l’assumersi la responsabilità di farlo realmente un’altra (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr