Spartak-Napoli, Spalletti non dà la mano a Rui Vitoria: "Non mi ha salutato all'inizio"

Spartak-Napoli, Spalletti non dà la mano a Rui Vitoria: Non mi ha salutato all'inizio
La Gazzetta dello Sport SPORT

Il tecnico toscano non saluta l'allenatore portoghese al termine della partita e spiega: "Si saluta quando si comincia, non alla fine quando si è vinto". Il Napoli cade 2-1 a Mosca con lo Spartak e al fischio finale Luciano Spalletti non ha salutato con la consueta stretta di mano il tecnico dei russi, Rui Vitoria.

E sulle assenze: "Ho avuto delle risposte anche questa sera, nel secondo tempo hanno passato il centrocampo solo tre volte. (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri giornali

Spalletti fa chiarezza sul gesto. Spalletti, al fischio finale, ha deciso di non salutare l'allenatore avversario: "Non mi è venuto a salutare all'inizio. Si saluta all'inizio della partita, non alla fine perchè hai vinto. (GianlucaDiMarzio.com)

MODULO – “Probabilmente io ho fatto giocare una squadra offensiva che potesse gestire da subito le situazioni come poi è successo nel secondo tempo. Non l’ho fatto giocare, forse in 10-15 minuti rischiava di farsi male e saltare la Lazio (SOS Fanta)

Il Napoli è uscito sconfitto per 2-1 sul campo dello Spartak Mosca nella 5a giornata del Gruppo C di Europa League. Spalletti: "A Mosca per qualificarci, vogliamo chiuderla". Europa League Napoli, altro ko: lo Spartak passa 2-1, qualificazione rimandata 3 ORE FA (Eurosport.it)

Spalletti: “Gol a freddo ci ha condizionati. Rui Vitoria? Facile salutare dopo aver vinto”

Nella ripresa gli azzurri comandano, macinano gioco, prendono completamente il campo, creano occasioni, si vedono annullare un gol di Di Lorenzo, poi vanno in gol con Elmas Come di consueto, la SSCNapoli ha commentato la prova degli azzurri sul proprio sito web: "Una doppietta di Sobolev decide il gelido pomeriggio di Russia. (Tutto Napoli)

"Noi nella ripresa abbiamo fatto ciò che dovevamo, non dovevamo prendere due gol all'inizio. Ho fatto giocare una squadra molto offensiva e pensavo si potesse gestire fin da subito come poi fatto nella ripresa". (TUTTO mercato WEB)

Abbiamo fatto scelte timide, sbagliati troppi passaggi sebbene le intenzioni erano quelle giuste. Ho fatto scelte offensive, loro pensavano a gestire e a giocare in contropiede. (CalcioNapoli1926.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr