Sfratti bloccati, intesa nel governo per esentare dall'Imu i proprietari

ilmattino.it ECONOMIA

Il gettito atteso sfiora i 10 miliardi, nonostante il governo abbia previsto una serie di esenzioni connesse all’emergenza pandemica: non devono pagare le attività turistiche, settore tra i più colpiti dalla crisi di questi mese, e.

Mercoledì 16, tra tre giorni, scade la rata di acconto dell’imposta municipale unica, che si applica su tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale non di lusso. (ilmattino.it)

La notizia riportata su altre testate

Il Ministero dell’Economia delle Finanze ha pubblicato la risoluzione n. 5 dell’11 giugno 2021 con cui ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione dell’IMU e della TARI agli immobili posseduti in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia. (Ipsoa)

Ricordiamo che per usufruire di esenzioni e benefici è necessaria la presentazione della dichiarazione Imu da parte dei beneficiari. Detta esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori. (RovigoOggi.it)

scade il termine per il pagamento in acconto dell’IMU 2021. La comunicazione di Hermes Servizi Metropolitani sul termine di pagamento in acconto dell’IMU 2021. (CityNow)

Per quanto riguarda i servizi Imu e Tari, è possibile fissare un appuntamento chiamando, dal lunedì al venerdì dalle 08:45 alle 12:45 e nei giorni di martedì e giovedì anche dalle 14:30 alle 17:30, i numeri 0585 883653 per Imu, 0585 883652 per Tari ordinaria, 0585 883651 per Tari violazioni. (La Voce Apuana)

Il 16 giugno scade il termine per la prima rata dell’Imu, tassa che riguarda anche i proprietari titolari di alloggi per i quali sono state sospese le esecuzioni di rilascio. Poi c’è l’agevolazione del 4 per mille per immobili soggetti a procedura di sfratto abitativo per morosità". (il Resto del Carlino)

A Milano, invece, si pagheranno 2.040 euro medi, a Bologna 2.038, a Genova 1.775 a Torino 1.745 Naturalmente è molto variabile l’importo della rata, che dipende dalla rendita catastale dell’immobile e dell’aliquota applicata dal Comune di residenza. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr