Voto in Calabria, Salvini: «Non abbiamo chiesto nessun rinvio»

Voto in Calabria, Salvini: «Non abbiamo chiesto nessun rinvio»
Corriere della Calabria INTERNO

A dirlo è stato, questa mattina, il leader della Lega Matteo Salvini, intervistato da “Radio24.

Salvini ha poi risposto anche ad una domanda su Arcuri: «Lascio giudicare chi ascolta – dice -, il presidente Draghi ha ben chiara la situazione e penso che sarà lui a segnare il cambio di passo»

È una spinta di cui non sono consapevole.

«Non abbiamo avanzato nessuna richiesta di posticipare siamo al lavoro per le squadre» ha detto ancora, parlando poi dell’emergenza Covid: «C’è bisogno di un ritorno alla vita, con serenità, prudenza e attenzione serve trovare delle soluzioni per ripartire». (Corriere della Calabria)

La notizia riportata su altri media

Aveva partecipato anche il tenore Andrea Bocelli: "Non si tratta di essere negazionisti, si tratta di ricercare il buonsenso. Il convegno era stato organizzato dall’Osservatorio permanente sulle libertà fondamentali, tra i promotori c'erano l’esponente del Carroccio Armando Siri e il critico d’arte e senatore Vittorio Sgarbi. (Today.it)

Riaprire i ristoranti la sera, laddove possibile, e permettere a palestre, piscine e teatri di tornare operativi, ma in sicurezza. "Con estrema cautela e prudenza, ma serve un graduale ritorno alla vita, riaprendo in sicurezza, palestre, piscine, teatri e oratori, altrimenti i danni anche mentali oltre che economici rischiano di essere devastanti", aggiunge intervenendo alla trasmissione 'Aria Pulita' su Italia7Gold. (Giornale di Sicilia)

Chi non lavora bene va a casa" , aveva aggiunto l'ex vicepremier, senza tuttavia volersi sbilanciare sul nome dell'eventuale successore al ruolo di commissario straordinario per l'emergenza sanitaria. Prosegue la crociata personale del leader del Carroccio Matteo Salvini contro il commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure occorrenti per il contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica Covid-19 Domenico Arcuri. (ilGiornale.it)

Nuovo decreto covid, Salvini: "No lockdown o Italia zona arancione"

Le dimissioni del commissario anti-Covid Domenico Arcuri sono una vecchia richiesta di Matteo Salvini. L’accusa è di non aver saputo programmare un piano vaccini all’altezza della situazione drammatica in cui si trova il Paese. (La Stampa)

Allo scoppio della crisi di governo la Lega affermava che l'unico orizzonte possibile fosse quello del voto anticipato, ma ora la situazione è nettamente diversa. E conclude, parlando di sottosegretari e nuovo governo: "È fondamentale la transizione ecologica, ma senza danneggiare famiglie e imprese (Fanpage.it)

Quindi è chiaro che occorre essere sempre più precisi al livello territoriale", ha detto Salvini ospite di "Mattino 24" su Radio 24,. (Adnkronos). "Misure prese a livello nazionale, lockdown nazionale o zona arancione su tutto il territorio non hanno senso. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr