Viterbo, Maria Sestina Arcuri non fu uccisa. Il fidanzato Andrea Landolfi torna libero dopo l'assoluzione | Foto | Video

Viterbo, Maria Sestina Arcuri non fu uccisa. Il fidanzato Andrea Landolfi torna libero dopo l'assoluzione | Foto | Video
Corriere di Viterbo INTERNO

Il pugile è stato assolto anche dall’accusa di omissione di soccorso.

Dopo il verdetto Andrea Landolfi è stato condotto a Regina Coeli dove poi dopocena è stato raggiunto da familiari che lo hanno riportato a casa una volta fatti i bagagli.

Landolfi assolto dall'accusa di omicidio: 4 anni per le lesioni alla nonna

Video su questo argomento Morte Sestina, Andrea Landolfi assolto dall'accusa di omicidio | Video Valeria Terranova (Corriere di Viterbo)

Ne parlano anche altri media

Piangono di rabbia i genitori di Maria Sestina (parte civile nel processo con l’avvocato Vincenzo Luccisano), per quella figlia 26enne che non c’è più Sempre con un pensiero a Maria Sestina che non c’è più per colpa di un incidente». (ilmessaggero.it)

I familiari della vittima hanno abbandonato subito l'aula, mentre la mamma di Andrea Landolfi ha accolto la sentenza scoppiando a piangere E' quanto espresso, dopo ore di camera di consiglio, dal Tribunale di Viterbo (Viterbo News 24)

Non è stato Andrea Landolfi a uccidere Maria Sestina Arcuri, la 26enne morta nel febbraio del 2019 a seguito di una rovinosa caduta dalle scale mentre si trovava presso la villetta di Mirella Iezzi, nonna del suo fidanzato, in via Papirio Serangeli a Ronciglione, in provincia di Viterbo (Il Sussidiario.net)

La mamma di Sestina Arcuri: "Ammazzata una seconda volta"

Ad unirsi alla soddisfazione anche la madre di Landolfi che ha dichiarato: “Giustizia è stata fatta, mio figlio è innocente” Questo il verdetto della sentenza arrivata a circa due anni di distanza per Andrea Landolfi che nel 2019 venne accusato per l’omicidio di Sestina Arcuri, la 26enne di origini calabresi che morì a Viterbo nel 2019. (Yahoo Notizie)

Maria Sestina Arcuri, era precipitata dalle scale di una villetta di Ronciglione, nel Viterbese, intorno alle 2 della notte tra il 3 e il 4 febbraio del 2019 ed era morta due giorni dopo all’ospedale Belcolle di Viterbo (Calabria News)

La mamma di Sestina, Caterina Acciardi,con l’avvocato di parte civile Vincenzo Luccisano. Social e trasmissioni televisive, nel frattempo, sono tornati a occuparsi del caso. “Qui all’aperto si respira un’aria diversa”, ha detto lasciando attorno alla mezzanotte di lunedì il carcere di Regina Coeli, il pugile e operatore sociosanitario 32enne romano. (Tuscia Web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr