The Witcher Monster Slayer: no, non è The Witcher Go (forse) | Recensione

The Witcher Monster Slayer: no, non è The Witcher Go (forse) | Recensione
Spaziogames.it SCIENZA E TECNOLOGIA

The Witcher Go?

Più o meno. Il debito che The Witcher Monster Slayer ha verso Pokèmon Go (e verso il genere che il titolo Niantic ha creato) è evidente fin da subito.

La storia di The Witcher Monster Slayer, però, è ambientata duecento anni prima degli eventi del primo The Witcher, dunque non potremo incontrare personaggi come Geralt, Yennefer o Ciri.

Il comparto tecnico è un altro punto a favore di The Witcher Monster Slayer: il gioco si presenta in buona forma, grazie soprattutto ai modelli di personaggi e nemici, convincenti pur senza essere (ovviamente) in grado di replicare quanto visto nell’intramontabile The Witcher 3

L’esperimento di “The Witcher Go” sarà riuscito?

(Spaziogames.it)

La notizia riportata su altri giornali

Il nuovo gioco di The Witcher, The Witcher Monster Slayer, è disponibile a partire da oggi in via del tutto gratuita. I giocatori potranno dare la caccia ad oltre 100 mostri del mondo di The Witcher, sia nuove che vecchie conoscenze. (Spaziogames.it)

Ed è qui che bisogna per forza affrontare un argomento essenziale per capire lo stile di gioco di The Witcher: Monster Slayer. The Witcher Monster Slayer, come suggerisce il titolo, è uno spin-off della celebre saga videoludica di casa CD PROJEKT RED. (MobileWorld)

È una domenica mattina di mezza estate quando decidiamo per la prima volta di provare The Witcher: Monster Slayer Andiamo a scoprire nella recensione di The Witcher: Monster Slayer quali obiettivi si è posta la sempre ambiziosa CD Projekt RED. (Multiplayer.it)

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato

Cosa si fa quindi, in The Witcher: Monster Slayer? Da subito si nota come, nonostante la sua natura da "gioco di passeggiare", Monster Slayer non rinunci alla componente narrativa, piatto forte di The Witcher che ha raggiunto il suo apice col terzo capitolo. (IGN ITALY)

L’ultima volta che eravamo nel mondo medieval-fantasy di The Witcher era con l’ultimo capitolo della saga di Geralt di Rivia, in The Witcher 3: Wild Hunt; ora l’universo dei Witcher, dopo aver conquistato anche il campo delle serie TV, sbarcherà su mobile grazie agli sviluppatori di Spokko Games e CD Project RED. (Tuttoinformatico.com)

La sensazione è quella di trovarsi davanti ad un reskin di Pokémon GO, ma questa sensazione svanisce presto non appena ci si addentra nel cuore di Monster Slayer. The Witcher: Monster Slayer è arrivato ufficialmente su Android e iOS e finalmente siamo pronti per darvi un parere sul nuovo titolo di Spokko - la divisione mobile di CDP - dopo averlo provato per diversi giorni in anteprima. (HDblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr