BITCOIN & CO./ Dopo Cina e Usa anche l'Ue si schiera contro le criptovalute

Il Sussidiario.net ECONOMIA

Si legge: «Attualmente solo alcune categorie di prestatori di servizi per le cripto-attività sono soggette alle norme dell’Ue in materia di AML/CFT.

La riforma proposta estenderà l’ambito di applicazione di queste norme all’intero settore delle cripto-attività, obbligando tutti i prestatori di servizi all’adeguata verifica della clientela.

Per questo motivo, la Commissione ha proposto oggi per tutta l’Ue un massimale di 10 000 € per i pagamenti in contanti di importo elevato. (Il Sussidiario.net)

La notizia riportata su altri giornali

A poche ore dall’ammissione del grande interesse dei propri clienti per Bitcoin, il gruppo bancario americano JP Morgan apre accesso ai fondi di Grayscale e di Osprey ai propri clienti più facoltosi. (Criptovaluta.it)

Al ritmo attuale, i finanziamenti blockchain infrangeranno il precedente record di fine anno, triplicando il totale raccolto nel 2018. Senza dimenticare la società svedese buy-now-pay-after Klarna che si è assicurata un valore di mercato di quasi 46 miliardi di dollari a giugno. (Yahoo Finanza)

“Credo sia estremamente importante per Twitter e per gli azionisti di Twitter continuare a seguire il settore e investirvi aggressivamente,” ha aggiunto. Definendo Bitcoin la valuta nativa di internet, Dorsey ha descritto diverse opportunità per integrare BTC nei servizi di Twitter esistenti, tra cui commercio, abbonamenti e nuove funzionalità come la Tip Jar e i Super Follow. (Cointelegraph Italia)

Il 21 luglio la Global X ETF, una società finanziaria di New York specializzata nello sviluppo di ETF, ha presentato alla Securities and Exchange Commission (SEC) una proposta di bitcoin ETF. Continua a leggere. (Yahoo Finanza)

Una giornata negativa per tutti gli asset di rischio, ma è stato un insieme di fattori a sguinzagliare l’orso sulla grande “B”. Da allora si è modificata la dominance del mercato: bitcoin valeva quasi il 61% contro l’11,5% dell’ethereum, proporzioni cambiate al 46-17% di oggi (dati CoinMarketCap) (Wired Italia)

Per ammissione stessa dei quadri di JP Morgan, a guidare l’offerta di prodotti finanziari basati su BTC c’è una fortissima domanda da parte dei clienti. Non è stata una decisione autonoma, ma per stessa ammissione di Mary Callahan Erdoes, direttrice della divisione Management di Asset e Patrimoni di JP Morgan, spinta dai clienti. (Criptovaluta.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr