Alitalia, il programma MilleMiglia continua. Ma ecco cosa cambia

QUOTIDIANO NAZIONALE ECONOMIA

Così promette il sito dello storico programma di fidelizzazione di Alitalia.

Roma, 21 ottobre 2021 - "MilleMiglia continua ad essere il tuo compagno di viaggio".

Che ritiene "indispensabile prevedere la possibilità di utilizzare le miglia anche sui voli Ita"

Inoltre, i titolari delle carte di credito MilleMiglia possono "continuare ad accumulare miglia ad ogni acquisto quotidiano e godere di speciali vantaggi collegati al mondo dei viaggi”. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

La notizia riportata su altre testate

C’è una svolta imprevista per il Programma MilleMiglia, che non è stato trasferito alla nuova compagnia Ita perché la Commissione europea lo ha proibito. Inoltre era difficile prendere gratis biglietti per destinazioni molto richieste, perché c'erano pochi posti riservati su ogni volo (Il Sole 24 ORE)

Loyalty, la società interna ad Alitalia che detiene il programma MilleMiglia, negli ultimi anni ha chiuso sempre in attivo. Una mossa che risponde alle incertezze in questo periodo transitorio che si concluderà con la cessione di MilleMiglia attraverso una gara pubblica (ma non a Ita). (Corriere della Sera)

da Brevi trasporti del 21 ottobre 2021. Alitalia. Il Programma MilleMiglia continua. Comunicato stampa Alitalia. ll Programma MilleMiglia, lo storico programma di fidelizzazione di Alitalia, in attesa che venga pubblicato il bando per la vendita dell'asset, continua a garantire agli oltre 6 milioni di soci iscritti la possibilità di accumulare miglia e di utilizzare quelle presenti in portafoglio, anche se il vettore aereo non è più operativo. (Ferrovie.it)

Rinnovata, inoltre, anche "la collaborazione con Air France, Klm e Middle East Airlines, compagnie partner dell'alleanza SkyTeam. Inoltre "i titolari delle carte di credito MilleMiglia, accettate in tutto il mondo grazie al circuito Mastercard, possono continuare ad accumulare miglia ad ogni acquisto quotidiano e godere di speciali vantaggi collegati al mondo dei viaggi". (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr